Sudafrica, il bus fa tardi il giorno della Maturità: gli studenti ne rubano uno e arrivano in tempo

Cosa faresti se il giorno dell’esame più importante della tua vita l’autobus non passasse? Adonis è uno studente sudafricano che, il giorno della Maturità, si è reso protagonista di una storia davvero inusuale. Siamo a Betty’s Bay, cittadina a poche decine di chilometri dalla capitale, Cape Town. Il giorno della prova di Matematica all’esame di Maturità l’autobus ha deciso di non partire. Presi dal panico, i ragazzi in attesa da ore alla fermata non si sono scoraggiati. E così, guidati da Adonis, hanno “preso in prestito” un autobus fermo nel parcheggio di servizio lì vicino, con tanto di chiavi disponibili. Da lì inizia la corsa verso la capitale, cercando di arrivare in tempo per la prova.

“Senza di lui non avremmo mai potuto sostenere gli esami” – raccontano ad una rete locale i compagni di Le-Aan Adonis.

A pochi metri dalla scuola, però, il piccolo bus guidato dagli studenti viene notato dalla polizia, che si insospettisce data l’alta velocità del veicolo. La corsa dei maturandi finisce lì, con tanto di multa al “povero” Adonis (circa 350 euro, per guida senza patente).

I ragazzi, comunque, sono riusciti a fare in tempo per l’esame. Ma ora Adonis si troverà a dover pagare una multa spropositata per le sue condizioni economiche. In più, riceverà dal preside della scuola un provvedimento disciplinare. “Chi sbaglia paga” – ha commentato il dirigente scolastico, Idy Adams. Per tutto il villaggio, però, Adonis è ora una sorta di eroe. E qualcuno si è già mobilitato in suo favore, con donazioni e assistenza legale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Test Medicina, ammessi altri 200 studenti in sovrannumero. UDU: "Vittoria"

Next Article

Assunzioni scuola, al via la fase C: ma è mistero sull'algoritmo che assegnerà provincia e materia d'insegnamento

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".