Studiare e vivere internazionale in Inghilterra

L’istruzione superiore (Higher Education HE)

In Inghilterra viene offerta da due tipi di istituti:
• le università, che sono organismi autonomi con facoltà di istituire e rilasciare titoli accademici
• le scuole superiori (College) e gli Istituti di istruzione superiore.

I territori del Regno Unito presentano diversi sistemi d’istruzione. La maggior parte dei corsi di laurea di primo grado in Inghilterra, Irlanda del Nord e Galles ha una durata di tre anni, ma molti prevedono anche un periodo di formazione esterna. In Scozia molti corsi richiedono almeno 4 anni di studio a tempo pieno.

Vi sono alcuni corsi professionali che possono avere una durata anche superiore, come ad esempio architettura o odontoiatria (5 anni) e medicina (6 anni).

Il sistema universitario è suddiviso in:
– BA: Bachelor, la nostra Laurea Triennale ( tre anni di studi 180 ECTS; alcuni corsi di laurea Bachelor in scienze applicate richiedono, invece, 240 ECTS).
–  MA: Master e RMA- Reseach Master, la nostra laurea specialistica (60, 90 o 120 crediti)
–  PHD, Dottorato di ricerca (Dottorato di ricerca, durano circa quattro anni)
–  Post PHD

I titoli conseguibili sono il diploma d’istruzione superiore (Diploma in Higher Education), rilasciato dopo due anni di studio, e la laurea di primo grado (first degree), rilasciata in genere con il titolo di Bachelor, ordinario o con lode (ad es. BA Bachelor of Arts, BSc Bachelor of Science, BED Bachelor of Education, LLB Bachelor of Law, MB Bachelor of Medicine).

Per approfondimenti sul sistema universitario del Regno Unito, consultare:
–  www.teachernet.gov.uk informazioni sulla struttura del sistema educativo in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord
–  www.britishcouncil.org British Council Education Information Service, organizzazione che in collaborazione con il governo inglese promuove attività nel campo dell’educazione superiore (gestisce ad esempio programmi di mobilità europea)
www.prospects.ac.uk Postgraduate study/careers. Aiuta ad orientarsi negli studi post laurea “postgraduate” e i laureati nella ricerca di impiego
www.studentuk.com sito Associazione Nazionale degli studenti inglesi, dove sono elencate informazioni utili su argomenti non accademici legati alla vita studentesca.

Segue un ranking delle prime 19 università inglesi:
1.Oxford University www.ox.ac.uk
2.Cambridge University www.cam.ac.uk
3.Imperial College www3.imperial.ac.uk
4.St Andrews University www.st-andrews.ac.uk
5.Warwick University www2.warwick.ac.uk
6.London School of Economics www2.lse.ac.uk
7.Durham University www.dur.ac.uk
8.Exeter University www.exeter.ac.uk
9.Bristol University www.bris.ac.uk
10.York University www.york.ac.uk
11.King College London www.kcl.ac.uk
12.University College London www.ucl.ac.uk
13.University of Southampton www.southampton.ac.uk
14.Loughborough University www.lboro.ac.uk
15.Sheffield University www.shef.ac.uk
16.Leicester University www2.le.ac.uk
17.Lancaster University www.lancs.ac.uk
18.University of Bath www.bath.ac.uk
19.The University of Edinburgh www.ed.ac.uk

Corsi di lingua inglese:
Studiare l’inglese è importante, ma andare direttamente in Inghilterra per studio lo è ancora di più. Tra le località più ambite troviamo: Londra, Bournemouth, Brighton, Bristol, Cambridge, Oxford, Eastbourne, Edinburgh. Per facilitare la scelta della scuola segnaliamo il sito di Embassy CES (www.embassyces.com) che propone una serie d’istituti aperti tutto l’anno.

I siti che propongono offerte per vacanza studio in Inghilterra sono numerosi. Anche il sito study global (www.studyglobal.net) propone un ampio elenco di scuole e corsi d’inglese in Inghilterra. I corsi presentati sono suddivisi in base al livello di preparazione: adolescenti, juniors, professionisti, stage. Anche il www.new-english-teaching.it segnala corsi per migliorare le abilità di ascolto (listening) e parlato (speaking).

Test d’ammissione:
Per iscriversi all’università molti studenti devono superare un test di selezione e ammissione presente non solo in facoltà come Medicina, Odontoiatria, Architettura e Scienze della Formazione ma anche per quanto riguarda Fisioterapia, Logopedia e molte altre. In alcune università sono a numero chiuso anche corsi di laurea in Psicologia, Biologia, Farmacia, Economia, Giurisprudenza e Comunicazione.

MASTER IN INGHILTERRA:

I master sono il completamento di un percorso formativo universitario e per accedervi occorre essere in possesso di un Bachelor’s degree. Per facilitare il riconoscimento degli studi si può richiedere all’ateneo italiano il diploma supplement.

Le domande di iscrizione vanno effettuate direttamente presso le singole Università. I criteri di accettazione delle richieste dipendono dai regolamenti di ogni ateneo ma in generale si richiede una laurea con lode, l’Honours degree.

Ci sono due tipologie di master:
Taught masters
• vanno dai 12 ai 24 mesi
• le tasse di iscrizione sono le più alte, poiché includono corsi avanzati: si devono superare esami associati ai vari moduli durante il corso, e presentare una tesi alla fine del master
• sono a numero chiuso

Masters by research
• sono progetti di ricerca individuali della durata di 2 anni
• la ricerca è individuale e condotta dallo studente con l’assistenza di un supervisore
• la tesi finale richiesta è più ampia e dettagliata di quella realizzata per un taught master
• i corsi possono essere retribuiti se il supervisore accede a fondi di progetto stanziati per una particolare ricerca

Per avere maggiori informazioni potete rivolgervi al Postgraduate Office presente in tutte le università.
Ovviamente, ogni tipo di Master richiede il completamento con successo di un undergraduate degree.
Generalmente un corso di 12 mesi.

Le qualifiche “Taught masters” includono: Master of Arts (MA), Master of Science (MSc) e Master of Business Administration (MBA)

Le qualifiche “Research masters” includono: Master of Research (MRes), Master of Philosophy (MPhil)
La chiave per uno studio di successo a questo livello è una buona preparazione attraverso i nostri programmi Pre-MBA e Pre-Masters

Il conseguimento di un Master prevede lo svolgimento di attività di ricerca pura o la frequenza di un corso d’istruzione comprendente anche un breve lavoro di ricerca e il superamento di un esame finale. Il conseguimento di un Dottorato richiede in genere almeno tre anni di ricerca sotto la guida di un supervisore, ma può chiedere molto più tempo.

PHD IN INGHILTERRA:
Un’altra opportunità di studio all’estero può essere il Dottorato di ricerca, definito PhD, ovvero Doctor of Philosophy. Normalmente il PhD viene conseguito solo “by research and thesis“: questo vuol dire che lo studente non dovrà frequentare a corsi ma dedicarsi al lavoro di ricerca e di studio.

Il supervisore è il professore cui il dottorando fa riferimento ed è il relatore che supervisiona il suo lavoro. In casi particolari, soggetti all’approvazione del “Dean of Graduate Studies”, una tesi PhD può essere co-supervisionata da due relatori. La necessità di una supervisione congiunta deve essere, però, motivata dal particolare argomento della tesi come ad esempio il coinvolgere più di una disciplina.

Il PhD può durare in maniera differente a seconda dei singoli atenei: di solito il periodo di ricerca può variare dai 2 ai 7 anni (3 anni è il minimo raccomandato). Questa differenza così elevata è da attribuire a due differenti fattori.

Non bisogna dimenticare poi che alcuni PhD prevedono la frequentazione di corsi e il superamento di esami specifici: alcune facoltà obbligano i dottorandi a effettuare dimostrazioni in laboratorio, a sottoporsi a periodi di tutorato e a verifiche intermedie.

I documenti che occorre presentare al momento dell’iscrizione:
• Curriculum Vitae tradotto in inglese
• 2 lettere di presentazione
• una copia del certificato di laurea tradotto in inglese con valore legale
• l’attestato di laurea con un elenco dettagliato degli esami sostenuti e relativa votazione
• un certificato per verificare la propria una conoscenza avanzata dell’inglese

Essendo il livello più alto del sistema universitario, per accedere ad un dottorato è necessario aver conseguito un Master’s degree (M.Sc., M.A., M.B.E., M.I.T., M. Phil.) e, solo in casi particolari, un Bachelor’s degree. L’attestato di laurea italiana è compatibile con questo percorso di studi ma rimane comunque soggetto all’approvazione da parte dell’Admissions Office dell’università.

ALLOGGIO:
In seguito alla scelta della scuola, della città e della tipologia di corso è importante decidere il tipo di alloggio. Le tipologie: di alloggio più diffuso sono la sistemazione in famiglia e il soggiorno in college. Essere ospitati presso una famiglia offre il fondamentale vantaggio di sfruttare anche il tempo libero per l’apprendimento linguistico, in quanto, essere inseriti nell’ambiente quotidiano domestico favorisce l’apprendimento della lingua. Diversamente da quanto accade alloggiando in residence o in hotel.

Le famiglie ospitanti sono attentamente selezionate ed ispezionate dallo staff delle scuole. I criteri di scelta si basano sui buoni standard delle loro abitazioni e sulla calorosa accoglienza che rivolgono ai giovani ospiti.

Alloggiare in un residence o nel college stesso significa, invece, soggiornare e studiare nella struttura stessa, con una supervisione di 24 ore su 24 dai membri dello staff scolastico. I ragazzi e le ragazze vengono sistemati separatamente, in stanze da 4-6, max 10 letti.

Documenti per studiare:
Prima dell’iscrizione all’università vengono richiesti i certificati (in originale ed in fotocopia) che attestano gli esami sostenuti e la conoscenza della lingua

Il visto:
La prima cosa da fare è prendere contatto con l’ambasciata britannica (ukinitaly.fco.gov.uk) o l’ufficio di rappresentanza presente nel proprio paese. Sono necessari:
– un passaporto valido
– due foto tessere recenti
– una conferma della sistemazione
– una certificazione finanziaria
– un documento di conferma dell’iscrizione all’università

Il link dell’ambasciata inglese per ottenere il visto è: www.ukba.homeoffice.gov.uk. Ma i cittadini appartenenti alla Comunità Economica Europea non hanno bisogno di un visto di ingresso per entrare nel Regno Unito.

Possibilitá lavorative:
Gli studenti devono sapere che la possibilitá di lavorare é limitata a 20 ore settimanali sia per i lavori part time che per quelli a tempo determinato.

Nel caso extra-cee pre ottenere un visto nazionale dovrai compilare una richiesta per l’ambasciata britannica del paese in cui vivi e mostrare che tu possiedi i requisiti per ottenere il visto,essendo uno studente. Per l’Italia, appartenendo alla comunità europea non hai bisogno di un visto prima di andare in UK.

Stage in Inghilterra:
Se siete intenzionati a trovare un’internship in una banca d’investimento o nell’industria, il sito migliore da consultare è Milkround. Altrimenti, è consigliabile visitare i siti di ogni banca e impresa individualmente per vedere se hanno delle posizioni libere.

Semplicemente digitando “internship in Uk” o “internship and Uk” i primi siti proposti da Google. Londra offre molti posti di lavoro per studenti o comunque giovani che vorrebbero fare un esperienza all’estero cercando di guadagnarsi qualcosina per supportare le spese.

Tutti i programmi stage non sono retribuiti, tuttavia può capitare che alcune aziende decidano di aiutarti con qualche piccolo rimborso spese, quali ad esempio il trasporto pubblico o il pranzo, o che altre ancora decidano di offrirti maggiori benefici. Tutto ciò è a discrezione dell’azienda e non è garantito.

 

LAVORARE IN INGHILTERRA:

E’ noto che il mercato del lavoro oggi vive, a livello internazionale, un momento di profonda trasformazione e non è facile per i giovani riuscire a trovare una collocazione adeguata alle proprie inclinazioni e capacità, nonché al proprio percorso scolastico e formativo.

Tutti i cittadini dell’Unione Europea possono lavorare in Inghilterra senza avere visto o permesso di residenza. Se state pensando di proseguire il vostro soggiorno in Inghilterra ma le finanze non ve lo consentono, niente di meglio che rivolgersi ad un Job Centre, ovvero ad un Ufficio di Collocamento nazionale. Ovviamente il tipo di lavoro che riuscirete a trovare dipende molto dal vostro livello di conoscenza dell’inglese.

Al di fuori dei Job Centre potete provare a rivolgervi direttamente a pub, ristoranti, alberghi: il settore dell’ospitalità alberghiera e della ristorazione è in assoluto quello dove più facilmente si possono trovare lavori e lavoretti anche per periodi brevi.

Un ulteriore possibilità è data dal lavoro alla pari: normalmente è richiesta un età tra 17 e 27 anni e grande flessibilità! Ci sono diverse agenzie che si occupano di collocare le persone che vogliono provare questa esperienza, qualche informazione in più si può avere al sito www.nannyjob.co.uk oppure www.aupair-world.net.

Centro di Collocamento:
Ogni anno il Centro di collocamento permette di trovare lavoro a Londra a circa 3.500 giovani europei – con qualsiasi livello di conoscenza della lingua inglese, con o senza esperienza – in alberghi, ristoranti, negozi, pub, discoteche. Tutti usufruiscono di assistenza specifica con personale di lingua italiana.

Il Centro di Collocamento è in costante contatto con centinaia di datori di lavoro nel settore della ristorazione, del turismo e del commercio, disponendo quotidianamente di offerte di lavoro sia stagionali che di durata indeterminata, sia part-time che a tempo pieno. Il servizio offerto dal Centro di Collocamento ha validità annuale potrete usufruirne anche scegliendo opzioni abitative al di fuori del nostro circuito.

– Minimo 17 anni (con autorizzazione scritta dei genitori o del tutore responsabile)
– Per lunghi o brevi periodi
– Nessuna penalizzazione di servizio o economica per un eventuale cambiamento della data d’arrivo
– Nel caso di partenza rimandata, la quota di iscrizione garantisce la possibilità di ripartire durante l’anno
– Opportunità durante tutto l’anno (alcune restrizioni solo nel mese di luglio a causa dell’alta affluenza)

Proponi la tua candidatura e riceverai in breve tempo la conferma della data del tuo arrivo, che potrai anche cambiare 48 ore prima del giorno previsto. L’accoglienza viene organizzata in tempo reale: anche prenotando oggi sarai accolto a Londra in 24 ore.

I tempi d’assunzione variano a seconda del periodo dell’anno, del livello di conoscenza della lingua inglese, dell’esperienza e soprattutto delle tue motivazioni. Durante l’anno si inizia a lavorare nell’arco di 2/3 giorni dall’arrivo.

I meno esperti possono attendere qualche giorno in più. Solo dal 1° luglio al 10 agosto l’affluenza massiccia di giovani da tutta Europa obbliga alcuni, soprattutto i meno preparati, ad attendere mediamente anche una o due settimane prima di trovare un lavoro.

Ovviamente nulla vieta di cercare lavoro autonomamente con un porta a porta nei vari locali ed uffici di Londra, forse ancora un’ottima alternativa se conoscete perfettamente l’inglese. In ogni caso, rispetto a qualche anno fa mettete in conto di passare un po’ di tempo prima di trovare qualcosa dal momento che sono in molti a voler lavorare a Londra.

Se però l’inglese non è perfetto le difficoltà cominciano a crescere molto e conviene rivolgersi ad un’agenzia specializzata e con numerosi contatti in loco. Sono molte le società (circa l’80%) che preferiscono avvalersi di un tramite che fa da filtro sulle numerose rischieste in modo da aver subito la persona adatta senza dover fare direttamente loro i colloqui.

Questo significa che 8 posti su 10 presso cui farete domanda vi risponderanno che non sono interessati a voi mentre in realtà preferiscono rivolgersi direttamente alle agenzie.

Dopo un primo incontro negli uffici ed una prima valutazione delle vostre esperienze lavorative e dalla vostra conoscenza della lingua Inglese il partner londinese vi preparera’ e vi procurerà’ tutti i colloqui necessari al vostro collocamento, ed adatti alle vostre abilita’.

In questo modo sarete in grado di avere colloqui di lavoro già dal vostro arrivo a Londra senza dover girovagare per la città spendendo magari cifre notevoli e tempo prezioso.

Una volta trovato il lavoro il nostro partner vi aiuterà ad esplicare le pratiche burocratiche necessarie per l’avvio al lavoro e per il pagamento delle tasse.

Naturalmente vi viene richiesta la massima sincerità nell’esporre le vostre capacità lavorative in modo da poter proseguire la nostra attività con l’attuale fiducia delle imprese associate e per garantire a Voi un lavoro duraturo e soddisfacente.

LAVORARE AU PAIR:
Il Soggiorno alla pari lavorativo e linguistico è riservato sia alle ragazze che ai ragazzi. Prevede l’alloggio in famiglie, accuratamente selezionate dai responsabili. Il sistema alla pari permette l’autofinanziamento del soggiorno grazie a salario, alloggio e pasti offerti dalle famiglie.

In cambio i ragazzi aiutano nelle occupazioni domestiche (stirare, spolverare, rifare i letti, aiutare in cucina, occuparsi dei bambini, ecc.) per circa 25 ore alla settimana; assicurando due serate di baby sitting settimanale.

E’ necessario riempire il dossier, restituendolo insieme alla seguente documentazione:
– 4 foto
– 1 foto in compagnia di familiari e/o bambini
– certificato medico emesso al massimo due mesi prima
– lettera di presentazione in inglese (hobby, motivo del viaggio, sentimento per i bambini, ecc.)
– 2 lettere di referenze
– assegno corrispondente al primo pagamento (180 sterline).

Una volta confermata l’assegnazione alla famiglia si dovrà pagare la seconda parte del programma (290 sterline) e si otterranno i dati definitivi della famiglia.

 

 

Vuoi studiare all’estero? Guarda tutti gli approfondimenti di CorriereUniv

Belgio

Olanda

Bulgaria

Repubblica Ceca

Arabia Saudita

Spagna

Cina

Giordania

Slovenia

Inghilterra

Stati Uniti

Irlanda

Finlandia

Svizzera

Erasmus Mundus

Romania

 

Mariella Bologna

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Faculty Award alla Federico II

Next Article

La tesina in cinque step

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".