Studenti irrompono alla Federico II durante intervento della Finocchiaro

Durante l’intervento di Anna Finocchiaro del Pd alla facoltà di giurisprudenza della Federico II di Napoli, un gruppo di attivisti, studenti e precari dello spazio universitario Dada ha fatto irruzione in aula.

Durante l’intervento di Anna Finocchiaro del Pd alla facoltà di giurisprudenza della Federico II di Napoli, un gruppo di attivisti, studenti e precari dello spazio universitario Dada ha fatto irruzione in aula.

Abbiamo interrotto quello che doveva essere l’ennesimo gran galà della Federico II – denunciano gli attivisti – gli studenti hanno contestato la presenza del capogruppo del Partito Democratico al Senato in quanto rappresentante del partito che più ha fatto per sostenere le scelte scellerate del governo Monti. La senatrice, quest’estate, aveva espresso una totale soddisfazione per il ddl Fornero approvato il 28 giugno che – attaccando l’articolo 18 e moltiplicando la condizione di precarietà dei lavoratori in entrato – distruggeva oltre quarant’anni di lotte sociali per i diritti del lavoro“.

Siete qui per dirci che l’università è il luogo virtuoso in cui la formazione ci garantirà il futuro – hanno detto – ma in realtà, oggi, iniziamo un’università con le tasse aumentate, con l’incremento delle facoltà a numero chiuso e con gli effetti devastanti dell’ultima riforma universitaria“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Alzheimer, tre studi per sconfiggerlo

Next Article

Il mago dei trapianti di trachea arrestato per tentata truffa

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".