Studenti in Cassazione per un giorno: al via la V edizione dell’ELSA Roma Moot Court Competition

Roma Moot Court Competition

La sezione romana di ELSA, l’ associazione indipendente e no- profit che riunisce più di 30.000 studenti di Giurisprudenza di tutta Europa, ha organizzato per il prossimo 28 marzo, presso la Suprema Corte di Cassazione, la Roma Moot Court Competition (RMCC), ovvero la prima e più grande simulazione di un processo, che vede giovani studenti di tutte facoltà romane sfidarsi su un caso di diritto civile e mettere in gioco il proprio talento.

L’iniziativa, organizzata da ELSA (The European Law Students’ Association) di Roma, forte del successo riscontrato negli anni scorsi, è giunta ormai alla sua V edizione e può contare sulla vasta partecipazione di talenti in erba, sul supporto di tutti gli atenei della Capitale ed anche dell’autorevole riconoscimento di diverse istituzioni Pubbliche, quali il Ministero della Giustizia, ROMA Capitale, e la Provincia di Roma.

Nelle più grandi università inglesi ed americane le Moot Court Competitions sono già una realtà consolidata ed ELSA Roma, con i suoi 27 anni di esperienza nella Capitale, ha importato da tempo questo modello, convinta che rappresenti uno dei più importanti punti di contatto tra mondo accademico e professionale.  In questo modo, i futuri principi del foro potranno sperimentare per un giorno la realtà pratica delle Aule di Tribunale e trovare nella simulazione un trampolino di lancio verso il mondo del lavoro.

A decretare la Squadra Vincitrice sarà un collegio composto da illustri professionisti del diritto: il Dott. Raffaele Botta, Vice Segretario Generale della Corte di Cassazione, e la Dott.ssa Marina Meloni, Consigliere della stessa Corte, affiancati da professori provenienti datutti gli atenei romani: il Prof. Massimo Brutti, Ordinario presso l’Università La Sapienza, i Proff. Mario Nuzzo, Michele Tamponi ed Attilio Zimatore, dell’Università LUISS Guido Carli, e il Prof. Giuseppe Ruffini, docente dell’Università Roma Tre.

Colui che saprà distinguersi per spiccate abilità di argomentazione e persuasione verrà infine designato dall’Avv. Antonio Auricchio quale “Miglior Oratore” della competizione e gli sarà offerto un tirocinio formativo presso Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners,uno dei più grandi e prestigiosi studi legali italiani ed internazionali.

“Si tratta di un’opportunità straordinaria per avvicinarsi allo spirito e al funzionamento della giustizia italiana” spiega Natasha Renzetti, Presidente di ELSA Roma, “e grazie alla nostra Associazione, gli studenti romani potranno vivere in prima persona le dinamiche di un vero processo.”

Passate le prime severe selezioni, la due squadre finaliste di quest’anno si contenderanno la targa di Primo Classificato il prossimo 28 marzo, alle ore 15:00, presso l’Aula Magna della Corte di Cassazione. La sfida dei giovani talenti ha inizio, che vinca il migliore!

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università - Test d'ingresso, arrivano le Guide del Miur

Next Article

Allarme dei dottorati per la riduzione delle borse: nell'UE l'Italia resta comunque ultima

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".