Start Cup Campania, al via la III edizione

Studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico amministrativo delle sette università campane hanno tempo fino al 31 marzo

C’è tempo fino al 31 marzo per partecipare alla terza edizione di Start Cup Campania, il concorso di idee aperto a studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico amministrativo delle sette università campane.

Per partecipare è necessario elaborare un’idea imprenditoriale innovativa basata sulla ricerca scientifica, in qualsiasi campo e indipendentemente dal suo stadio di sviluppo, purché frutto del lavoro originale del gruppo o di un singolo componente del gruppo.

I progetti saranno valutati dal comitato scientifico secondo questi criteri:
– originalità dell’idea imprenditoriale;
– realizzabilità;
– potenzialità di sviluppo e ambizione del progetto;
– adeguatezza delle competenze del management team;
– attrattività del mercato di riferimento;
– qualità e completezza della documentazione.

Ai primi 5 Progetti in graduatoria verranno assegnati i seguenti Premi messi a disposizione dalle
Università promotrici:
1° classificato 5.000,00 euro
2° classificato 3.000,00 euro
3° classificato 2.000,00 euro
4° classificato 1.000,00 euro
5° classificato 1.000,00 euro

Qui il bando completo.

Guarda il servizio sulla premiazione dell’edizione 2011

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Riforma del lavoro. Napolitano: "Grave la mancanza di un accordo"

Next Article

Restauro per Leonardo

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.