Specializzazioni, il ministro alla Camera: “Il concorso si è svolto in maniera regolare”

camera

Il ministro Giannini alla Camera risponde alle interrogazioni parlamentari in merito alla situazione relativa al concorso nazionale di specializzazione Medica, dopo il clamoroso errore di Cineca: “La Commissione ha vagliato tutti i quesiti con attenzione, certificandone la validità. La prova rimane valida. 28 domande certificate attentamente da Commissione apposita. Si è deciso di procedere con il ricalcolo neutralizzando le domande incriminate”.

Poi sull’errore:  “Cineca è comunque un ente esterno al Ministero. L’errore si è riferito al trasferimento di un file specifico”. “La prova a carattere nazionale nasce come risposta alle criticità a livello locale: senza concorso nazionale i candidati non avevano possibilità di scelta di più sedi”.

Il ministro ha voluto annunciare una notizia per tutti gli aspiranti specializzandi: “Come da bando voglio assicurare che oggi verranno pubblicate le graduatorie”. Poi un discorso più ampio: “Occorre riflessione approfondita su numero laureati e numero borse. Ma questo è un argomento distinto dall’errore commesso”.

Prima di concludere un messaggio forte da parte del governo: Quello del governo è un impegno forte su questa tematica: abbiamo aumentato le borse fino al numero di 5.000 e vogliamo continuare in questa direzione. Una cosa è proporzione laureati specializzazione, altra cosa è l’errore che si è verificato”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Specializzazioni mediche, la diretta dalla manifestazione nazionale. Giannini risponde alla Camera: "Oggi le graduatorie"

Next Article

Link: "Subito 12mila borse di studio di specializzazione"

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36