Siena, premi di studio agli studenti meritevoli

La facoltà di Ingegneria dell’Università di Siena mette a diposizione degli studenti che si iscrivono al primo anno dei propri corsi di laurea 10 premi di studio.

Possono partecipare alla selezione tutti gli studenti delle scuole medie superiori che si sono diplomati quest’anno, presentando la domanda entro il 15 settembre.
Tra i requisiti per l’assegnazione dei premi di studio c’è anche il risultato ottenuto alla prova di accesso alla facoltà per l’anno accademico 2009/2010, che si svolgerà mercoledì 2 settembre. La prova non è vincolante per l’iscrizione ai corsi di laurea della facoltà ma ha lo scopo di permettere allo studente di capire se ci sono eventuali carenze nelle materie di base ritenute fondamentali per gli studi in Ingegneria.
Gli altri criteri nella scelta dei dieci ragazzi a cui verranno assegnati i premi di studio sono la votazione ottenuta alla maturità e un elaborato su un tema del settore scientifico-tecnologico.

Per il primo classificato il premio sarà di 1000 euro
; per il secondo 750 euro; 500 euro per il terzo; 400 euro per il quarto e il quinto; 250 euro per i classificati dalla sesta alla decima posizione.
Il premio può essere utilizzato esclusivamente come contributo all’iscrizione al I anno di uno dei corsi di laurea della facoltà di Ingegneria dell’Ateneo: Ingegneria dell’automazione, Ingegneria informatica e dell’informazione, Ingegneria gestionale. Nel caso in cui un vincitore benefici di una esenzione delle tasse di iscrizione, il premio sarà convertito in buoni per acquistare libri o strumenti utili alla didattica.
Il bando e la modulistica per partecipare sono disponibili on line all’indirizzo www.unisi.it/didattica/borse.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

124 collaboratori sanitari a Milano

Next Article

Aspiranti programmatori3 mesi in Diva Systems

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).