Seviziavano un alunno autistico, scoperta shock nel vicentino

Schermata 2013-04-10 a 09.47.30

Bacchetta, righello e  forbici: sarebbero stati questi gli “strumenti” con i quali l’insegnante di sostegno e la collaboratrice di una cooperativa seviziavano un alunno autistico di soli 14 anni in una scuola di Barbarano Vicentino. Gli oggetti sono stati sequestrati e non sono gli unici elementi in mano agli investigatori per dimostrare la cruda realtà dei fatti perpetrati dalle donne all’interno dell’istituto.

La Procura ritiene infatti di avere «robusti elementi per contestare alle due insegnanti reiterati episodi di violenza verbale e fisica». Lo ha detto il procuratore, Antonio Cappelleri. I carabinieri sono anche in possesso di molte ore di registrazioni audio e video.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Omicidio Udine, oggi l'autopsia e la convalida del fermo per le due ragazzine

Next Article

Riviste, studi e conferenze. La pseudo accademia è sul web

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.