Scuola, l’avanzata dei licei.Scuola, l’avanzata dei licei.

I dati sulle iscrizioni al nuovo anno scolastico diffusi dal ministero dell’Istruzione confermano l’andamento dello scorso anno con l’aumento degli studenti di liceo (+1,1 per cento) a scapito soprattutto degli istituti professionali che in due anni hanno perso quasi 2 punti percentuali passando dal 19,4% del 2014 al 17,5 del 2016. Resta invariata la percentuale degli istituti tecnici con il 30,5%. Il Lazio è la regione ad avere la percentuale maggiore di iscritti con il 63,8%, seguita da Liguria (57,4%) e Umbria (56,8%).
FOCUS_iscrizioni_2016-2017
Dei licei, l’indirizzo che continua a piacere è anche quest’anno lo scientifico. Gli iscritti al classico sono stabili, al 6% (era 5,8% nel 2015). Ma lo scientifico continua ad attrarre gli studenti: scelto dal 23,7% dei neo iscritti per un totale di oltre 110mila ragazzi (nel 2015 erano il 23,1%): il 15% di loro ha scelto l’indirizzo tradizionale, ma piace molto la sezione Scienze applicate, quella senza il latino e più indirizzata alle tecnologie e all’informatica, preferito dal 7,4% degli studenti (lo scorso anno furono il 6,7%). La sezione Sportiva è scelta da una minoranza, ma non cambia rispetto allo scorso anno: 1,3%.
Restano pressoché stabili anche gli altri licei: 9% il linguistico; 4,2% l’artistico; 0,8% l’internazionale; 7,5% quello di Scienze umane (nel 2015 era 7,3%); 0,8% il musicale,; 0,1% il coreutico.
Registrano invece un calo gli istituti professionali. Sembra che quel tipo di percorso non riscuota più interesse tra gli studenti: scelto dal 17,5% contro il 18,6% del 2015.
Negli istituti tecnici, è il tecnologico ad avere più iscritti con il 19,1% delle preferenze (18,6 nel 2015), mentre l’economico segna un decremento, dall’11,9% del 2015 all’11,4% del 2016. E il Veneto guida la classifica del maggior numero di iscritti in questo tipo di scuole: 37,3%, seguito da Friuli Venezia Giulia (36,7%), dall’Emilia Romagna (35%) e Lombardia (34,6%).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 8 febbraio

Next Article

Il mondo celebra la scienza: il Darwin Day

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.