Roma, messaggi erotici via Whatsapp alle studentesse: professore indagato

Espliciti messaggi di complimenti, ma anche proposte a sfondo sessuale. Arrivavano via Whatsapp i messaggi a studentesse del liceo Tasso di Roma, uno dei più prestigiosi della città, su cui sta indagando la Procura di Roma e per cui è finito nel registro degli indagati per molestie un professore 50enne di storia e filosofia. Che a breve sarà interrogato dal pm Francesca Passaniti, titolare del fascicolo.
Poco prima delle feste le vittime sono state sentite dal magistrato e hanno mostrato i testi dei messaggi ancora memorizzati sui loro cellulari. Secondo quanto riportano alcuni quotidiani è stata una una minorenne la prima a denunciare, poi a seguire un’altra ragazzina si è presentata e infine una 18enne. Dopo aver raccolto a verbale le testimonianze delle giovani, gli inquirenti hanno convocato il preside del liceo per sentirlo come persona informata sui fatti. Come previsto è stata inviata una segnalazione anche al Provveditorato del Lazio. È stata già decisa la sospensione del docente. Al termine delle indagini poi ci sarà il provvedimento definitivo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La neve, il coro e i mercatini di Natale

Next Article

Ultime battute per il contratto docenti: aumento da 73 euro al mese, arretrati per 450

Related Posts
Leggi di più

Docenti poco rispettati dagli studenti? “È soprattutto colpa dei genitori”

Un sondaggio di Swg per la Gilda Insegnanti prova a capire la cause che hanno portato alla perdita di autorevolezza della figura dell'insegnante. Per la maggioranza degli intervistati la causa principale è lo screditamento della figura del prof messo in atto dai genitori degli studenti con continue interferenze nell'ambito didattico.