Roma, arrivano gli sconti per studenti sull’abbonamento Atac: riduzioni fino al 50 %

sconti per studenti

Sconto del 50 % per l’acquisto di abbonamenti del trasporto pubblico per tutti gli under 30. E’ la notizia che in molti aspettavano da tempo nella Capitale. La delibera è arrivata dall’assessore alle Politiche del Territorio, Michele Civita, ed è stata approvata questa mattina in consiglio. L’intera iniziativa sarà finanziata dalla Regione Lazio, con oltre 12 milioni di euro di stanziamenti.

Tutti gli under 30 con un reddito Isee inferiore ai 20.00 euro potranno usufruire degli sconti. In alcuni casi gli sconti potranno arrivare al 70 % o al )0 % nel caso di condizioni particolari di disagio sociale e specifiche condizioni familiari. Ancora, uno sconto del 70 % sulle tariffe di abbonamento per il trasporto è destinata anche agli studenti meritevoli, o a studenti lavoratori.

Anche gli studenti con reddito Isee superiore alla soglia prefissata potranno usufruire delle agevolazioni, ma solo in alcuni casi particolari.

 “Con le agevolazioni tariffarie per i giovani under 30 e per gli studenti della regione” afferma il Presidente Nicola Zingaretti “confermiamo l’impegno in favore dei pendolari ed in particolare delle fasce più deboli e delle famiglie. Grazie ai 12 milioni di euro messi a disposizione del fondo per il sostegno del trasporto pubblico, infatti, si alleggerisce il peso degli abbonamenti per il trasporto locale sui bilanci delle famiglie. Si tratta di una significativa boccata di ossigeno per tantissimi giovani, una sorta di incentivo per quei comportamenti virtuosi e per tutti coloro che privilegiano il mezzo collettivo di trasporto per recarsi a scuola o all’università facendo del bene all’ambiente”.

“Si tratta di uno sforzo importante che la Giunta ha fortemente voluto” spiega l’assessore Civita “perché aiuta i nostri giovani in un momento di gravissima crisi e favorisce l’uso del trasporto pubblico, la soluzione più semplice e sostenibile al traffico cittadino”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'innovazione comincia a scuola: corso di stampante 3d tra le materie di un liceo bolognese

Next Article

Premio Miriam Mafai per giornaliste under 35

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.