“Rock”in viaggio

Al via sabato 14 gennaio presso il PAN di Napoli la seconda edizione della mostra-evento “Rock!” da quest’anno anche in Metro..

Al via sabato 14 gennaio presso il PAN di Napoli la seconda edizione della mostra-evento “Rock!” ideata e organizzata da Michelangelo Iossa e Carmine Aymone. Anche quest’anno l’iniziativa si avvale del Patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli che ha contribuito ala realizzazione dell’area tematica “Rock Anniversary USA” e del Consolato Britannico di Napoli.

In questa edizione la mostra “si mette in viaggio” con MetroROCK, due appuntamenti per celebrare l’antico legame tra il mondo del rock, il mito del viaggio e l’arte frutto della collaborazione con Metronapoli.

In agenda

– ROCK! mostra/evento sul rock e i suoi linguaggi – ingresso gratuito –
dal 14 gennaio 2012 al 26 febbraio 2012
al PAN – Palazzo delle Arti Napoli in via dei Mille
www.palazzoartinapoli.net

– METROROCK! IL ROCK E I SUOI LINGUAGGI IN METRÒ

IL ROCK DELLE PERIFERIE
Giovedì 26 gennaio 2012 h 17.30 presso la stazione Piscinola metrò Linea 1
LOVE SONGS… ASPETTANDO SAN VALENTINO
Lunedì 13 febbraio 2012 h 17.30 presso la stazione Parco Margherita Funicolare Chiaia

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricerca, Profumo punta sui team

Next Article

Premio ricerca per sostenere i giovani

Related Posts
Leggi di più

Si laureano prima ma guadagnano di meno rispetto agli uomini: la vita in salita delle donne dopo la fine dell’università

Presentato a Bologna il "Rapporto tematico di genere” realizzato dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea. Le donne rappresentano il 60% dei laureati italiani, finiscono in corso il ciclo di studi ma guadagnano anche il 20% in meno rispetto ai colleghi maschi. La ministra Messa: "Stop alle discriminazioni. Incentivi a quelle aziende che portano avanti politiche di uguaglianza di genere".
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".