Riscatto della laurea gratuito per i giovani? L’Inps dice di sì ma avverte: “Allo Stato costerà tra i 4 e i 5 miliardi all’anno”

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in audizione alla Camera apre alla possibilità di concedere il riscatto degli anni del conseguimento del titolo di studio senza costi aggiuntivi per i giovani.

Sì alla proposta di riscatto gratuito della laurea da indirizzare alla pensione di garanzia per i giovani ma attenzione ai costi che si tradurrebbe in un esborso importante per le casse dello Stato, tra i 4 ed i 5 miliardi all’anno.

È il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ad appoggiare l’ipotesi al centro del dibattito politico ma mette in guarda al tempo stesso dall’impatto sui conti: “Il riscatto della laurea ha due caratteristiche positive, incentiva il giovane e contribuisce all’aumento delle skills in un paese dove il tasso dei laureati è tra i più bassi dell’Ue. Oltre a pareggiare una sorta di discriminazione che potrebbe denunciare chi resta di più tra i banchi di scuola rispetto all’ingresso mercato nel mercato del lavoro” ha spiegato il presidente dell’Inps nel corso dell’audizione alla commissione lavoro della Camera dei deputati.

D’altronde gli esempi anche in Europa non mancano. In Germania è possibile il riscatto gratuito anche di due anni delle scuole superiori. “Ma la verità è che c’è un costo molto importante da sostenere non inferiore ai 4-5 milioni di euro l’anno” avverte Tridico

Non è la prima volta che Tridico parla di riscatto gratuito della laurea per i giovani. Un modo per incentivare lo studio e per affiancare la misura alla pensione di garanzia (prevista sempre per i giovani). Un modo per “ricompensare” quelli maggiormente penalizzati non solo dalle carriere discontinue ma anche dall’applicazione del calcolo contributivo nella determinazione della pensione. Al momento però si tratta soltanto di una proposta e la strada per la sua attuazione, visti anche i costi non proprio irrilevanti, sembra essere piuttosto lontana nel tempo. 

Total
4
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studentessa senza green pass si rifiuta di lasciare l'aula e l'università sospende la lezione

Next Article

"I trans non dovrebbero entrare nel bagno delle donne": prof nella bufera. Fiaccolate e scioperi per chiedere il suo licenziamento

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass. 
Leggi di più

Processo Regeni, blocco per “avvisare gli accusati delle imputazioni”

La palla ripassa al gup. Gli imputati irreperibili non hanno comunicato il domicilio e non possono essere così avvisati delle imputazioni. Nuova rogatoria avviata per le ricerce, la famiglia alla stampa: "Scrivete i loro nomi ovunque perché non possano sostenere di non sapere"