Ricerca, ESFRI: Su 11 nuovi progetti 9 vedono la presenza italiana

Messa: “Il nostro Paese sempre più protagonista in Europa”

«L’Italia è protagonista nel panorama europeo della ricerca. L’approvazione da parte del Forum Strategico Europeo per le Infrastrutture di Ricerca (ESFRI) di 11 nuovi Progetti, di cui ben 9 vedranno la presenza italiana, rappresenta una buona notizia per il nostro Paese ed è la conferma di quanto la ricerca italiana possa diventare sempre più riferimento in contesti internazionali». 

Così il Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, commentando l’approvazione dei nuovi progetti che entrano nella roadmap ESFRI 2021.

Rispetto alle nuove approvazioni, l’Italia è il Paese che coordinerà più progetti, 4 in tutto2 guidati dal CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (RESILIENCE– Religious Studies Infrastructure: Tools, Innovation, Experts, Connections and Centers e SoBigData++ RI-European Integrated Infrastructure for Social Mining and Big Data Analytics) e 2 da INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (ET-Einstein Telescope e EUPRAXIA– European Plasma Research Accelerator with Excellence in Applications). Parteciperà, poi, ad altri 5 progetti guidati da enti di altri Paesi europei.

«La decisione di ESFRI è la dimostrazione concreta alla partecipazione attiva della comunità scientifica italiana nelle Infrastrutture di Ricerca e della capacità di contribuire in maniera determinante nel proporre innovazioni al fine di colmare quei divari che ancora esistono in diversi settori e ambiti della società».

A questo link è disponibile il comunicato con l’annuncio di ESFRI: https://www.esfri.eu/latest-esfri-news/new-ris-roadmap-2021

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

YEP Young Women Empowerment Program: Talenti femminili e formazione nel Sud Italia

Next Article

Premio Tesi di Laurea per laureandi in Beni Culturali

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".