Dal Lazio nuove iniziative pro terremotati

laziodisu.jpgLa Giunta della Regione Lazio – su proposta dell’assessore all’Istruzione, Silvia Costa – ha deliberato la concessione agli studenti terremotati dell’Aquila, di alloggi e pasti gratuiti nelle residenze universitarie del Lazio. A questo intervento straordinario, che sarà messo in atto da Laziodisu (Ente regionale per il diritto agli studi universitari nel Lazio) sono stati destinati 100 mila euro.
«Grazie a questa azione di solidarietà promossa dalla Regione – ha detto l’assessore Costa – 53 studenti abruzzesi dell’Accademia dell’Immagine dell’Aquila sono stati accolti negli alloggi della residenza universitaria romana di viale dell’Archeologia, potranno completare il corso di studi, e vanno ad aggiungersi ai dieci ospitati subito dopo il terremoto nelle residenze universitarie del Lazio. Il finanziamento di 100 mila euro permetterà a questi giovani di fruire dei pasti erogati dalle mense gestite da Laziodisu e di far fronte ad ulteriori, eventuali necessità. Mi auguro che, in tal modo, gli studenti riescano a superare al più presto il dolore per la perdita dei loro compagni ed a reinserirsi nel corso di studi nel modo più soddisfacente».

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

UniTo ricorda il prof Cesare Lombroso

Next Article

Laurea a Gheddafi, nuovi malumori

Related Posts
Leggi di più

Lavorare dopo la maturità? Ce la fa solo il 38% dei diplomati. Strada in discesa solo per chi ha fatto il “tecnico” o il “professionale”

Un'indagine del Ministero dell'Istruzione e del dicastero del Lavoro fotografa la situazione lavorativa degli studenti dopo la fine dell'esame di maturità: solo il 38,5% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2019 è riuscito a trovare un lavoro negli anni successivi. Numeri più confortanti per chi è uscito da un istituto tecnico o commerciale: uno diplomato su due già lavora.
Leggi di più

Mai avvolgerla nella plastica o tenerla in tasca: ecco i consigli degli esperti per l’utilizzo della Ffp2: “Se non riceve umidità può durare fino a 40 ore”

Obbligatoria per viaggiare sui mezzi di trasporto e necessaria anche per seguire le lezioni in classe o andare al cinema: la mascherina Ffp2 è uno strumento con il quale stiamo familiarizzando sempre di più in queste settimane. Conservarla correttamente è indispensabile per poterla utilizzare per più di un giorno. "Mai indossarla sopra a una chirurgica".