Pimp Your Biz: premio 300mila euro per nuove idee imprenditoriali

Pimp Your Biz premio startup e idee innovative nelle aree Healthcare, Beauty & Wellness, Lifestyle. In palio 300mila euro ai giovani talenti.
Pimp Your Biz
Pimp Your Biz: premio 300mila euro per nuove idee imprenditoriali

Incubatori, acceleratori, aziende e istituzioni offrono a talenti innovativi e giovani realtà imprenditoriali supporto logistico ed economico attraverso premi e call to action. Oggi vi raccontiamo di un’interessante opportunità per chi desidera lanciare una nuova idea imprenditoriale con il premio Pimp Your Biz promosso da H Pro Hub. Pimp Your Biz è un premio rivolto a tutte le start up e a idee innovative e mette in palio 300mila euro.

L’iniziativa è rivolta a imprenditori e startupper – di qualsiasi nazionalità – che hanno sviluppato una nuova idea di business o una nuova iniziativa imprenditoriale nelle aree Healthcare, Beauty & Wellness, Lifestyle.

PREMIO PER IDEE IMPRENDITORIALI

L’Incubatore H Pro Hub, Human Proximity Hub, ha lanciato la prima edizione del premio Pimp Your Biz, finalizzata a favorire la nascita e l’accelerazione d’imprese premiando le migliori iniziative imprenditoriali a livello nazionale ed internazionale. “Siamo è alla ricerca di idee brillanti e innovative con un forte impatto tecnologico: introduzione di nuovi processi produttivi con caratteristiche migliorate”.

La competizione si svolge in tre diverse fasi:
– Fase A, durante la quale i soggetti interessati possono proporre la propria candidatura;
– Fase B, con una durata di 3 mesi complessivi, sarà necessaria alla giuria per selezionare i progetti più promettenti ed innovativi;
– Fase C, della durata di 6 mesi, focalizzata sulla parte di sviluppo dei progetti selezionati.

DESTINATARI

Possono candidarsi al premio Start-upPMI innovative iscritte alla camera di commercio, oltre che soggetti imprenditori che abbiano sviluppato, o stiano sviluppando, progetti e tecnologie innovativi legati ai settori Healthcare, Beauty & Wellness e Lifestyle.

SELEZIONE

La giuria valuterà i progetti candidati in base ai seguenti criteri:

  • carattere innovativo;
  • fattibilità;
  • capacità di creare sviluppo ed occupazione;
  • caratteristiche e abilità potenziali dei candidati;
  • scalabilità, replicabilità, trasferibilità della soluzione proposta.

PREMIO

Il premio finale corrisponde a 300.000 euro di investimento in equity. I vincitori del bando potranno essere il team di 1 start-up o tutte e 3 le startup che avranno completato la fase con successo, soddisfando i requisiti richiesti per l’accesso al premio finale

Total
3
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ritorno in aula solo da ottobre ma sessioni di laurea dal vivo già in estate

Next Article

Erasmus+, mobilità mista e investimenti per coinvolgere 10 milioni di studenti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.