Ritorno in aula solo da ottobre ma sessioni di laurea dal vivo già in estate

Il ritorno in aula per le lezioni negli atenei slitta a ottobre. Lo ha detto la ministra Messa. Spiraglio invece per le sessioni di laurea

Manca ancora l’ufficialità ma sembra proprio che le lezioni in presenza negli atenei italiani ritorneranno soltanto dopo l’estate, magari a ottobre. A dirlo è la ministra Maria Cristina Messa in una video intervista a Open. Per la numero uno dell’Università è assai improbabile tornare a vedere le aule piene prima della fine del ciclo delle lezioni previste di solito per maggio.

“Se ad aprile scenderanno i contagi – ha detto la ministra Messa – e le vaccinazioni continueranno a salire, possiamo pensare di ricominciare a riaprire i laboratori e le biblioteche, mentre per le lezioni in presenza di fatto è inutile programmarle per maggio visto che di solito in quel periodo terminano”.

Un piccolo spiraglio, invece, la ministra Messa lo lascia per le sessioni di laurea che di solito si svolgono durante i mesi estivi: se la situazione epidemiologica dovesse continuare il suo trend in miglioramento allora si potrebbe anche pensare di programmarle in presenza. Spetterà comunque ad ogni singolo ateneo decidere l’organizzazione migliore per proclamare i nuovi dottori. 

Total
18
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il messaggio del presidente Mattarella: La formazione è una missione civile e sociale

Next Article
Pimp Your Biz

Pimp Your Biz: premio 300mila euro per nuove idee imprenditoriali

Related Posts
Leggi di più

Università, Messa: “Episodi concorsi isolati”

"La comunità scientifica è una comunità sana. Ha anticorpia sufficienza per reagire e autoregolarsi, ma deve misurarsi tra le altre cose con una realtà che fatica a trovare il giusto equilibrio tra trazione e innovazione, e a definire cosa caratterizzi il merito in maniera obiettiva, rendendo prossima allo zero l'ineludibile discrezionalità della scelta", parole della ministra Cristina Messa