Perlingieri nominato Professore Emerito

Il professore Pietro Perlingieri è stato nominato Professore Emerito dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Stella Gelmini.

Con documento sottoscritto dalla Preside della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi del Sannio, Anna Clara Monti si rende noto che:
il prof. Pietro Perlingieri è stato nominato Professore Emerito dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Stella Gelmini.
Il Consiglio della Facoltà di Economia aveva proposto all’unanimità la nomina di Perlingieri a Professore Emerito agli inizi del mese di settembre, e la risposta positiva del Ministro Gelmini non si è fatta attendere. La nomina è un doveroso riconoscimento dell’impegno profuso dal Maestro Sannita, nella sua lunga attività accademica, nello sviluppo delle discipline giuridiche.
Perlingieri ha trascorso in diverse sedi dell’Università Italiana (Camerino, Torino, Salerno, Napoli, Roma, Campobasso e Benevento) oltre cinquanta anni, nei quali ha contribuito alla formazione di intere generazioni di giuristi (attuali professori, avvocati e magistrati), incidendo in maniera significativa nello sviluppo della civilistica italiana. È stato Rettore dell’Università di Camerino e dell’Università del Molise, nonché primo Rettore e fondatore dell’Università del Sannio. Ha fondato a Camerino la Scuola di specializzazione in diritto civile e a Benevento la Scuola internazionale di dottorato in diritto civile dal titolo “I problemi civilistici della persona”.
È attualmente Presidente della Società Italiana degli Studiosi di Diritto Civile e punto di riferimento del mondo accademico, a livello nazionale e internazionale, non soltanto nel Diritto Privato ma anche in molti altri settori della Giurisprudenza, fra i quali quello Costituzionale.
E’ stato promotore della moderna corrente di pensiero, oggi ampiamente condivisa, in base alla quale le norme giuridiche devono essere interpretate alla luce del dettato Costituzionale, ed avendo come principio ispiratore fondamentale il rispetto della dignità della persona. È autore di oltre 400 lavori e numerosi libri, alcuni dei quali sono stati tradotti in varie lingue (tedesco, spagnolo e portoghese) a testimonianza dell’impatto che il suo pensiero ha avuto sullo sviluppo delle scienze giuridiche anche in ambito internazionale.
L’onorificenza conferitagli è motivo di orgoglio, non soltanto per la comunità accademica ma per l’intero territorio sannita.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Riforma universitaria: ennesima occasione sfumata

Next Article

Ddl? Legge antiformativa

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.