Paura nel Sannio, la terra trema a Benenvento

La terra trema in Campania. Una serie di scosse sono state avvertite nel Sannio, luogo dell’epicentro, a cominciare dalle 2.46. La più forte che ha svegliato la popolazione seminando il panico è stata di magnitudo 4.1 alle ore 3.08.

La terra trema in Campania. Una serie di scosse sono state avvertite nel Sannio, luogo dell’epicentro, a cominciare dalle 2.46. La più forte che ha svegliato la popolazione seminando il panico è stata di magnitudo 4.1 alle ore 3.08.

L’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia (Ingv) ha rilevato che il terremoto si sia verificato alla profondità di 11,4 chilometri. Più vicini all’epicentro del sisma i comuni in provincia di Benevento, tra Paduli, Apice e Sant’Arcangelo Trimonte.

Dalle verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile non risultano danni a persone o cose. Altre due scosse registrate dall’Ingv ci sono state alle 5.47 del mattino (magnitudo 3.5) e alle 6.02 (magnitudo 2.5).

Fonte: Adnkronos

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dall'11 al 13 ottobre OrientaSud, il Salone delle Opportunità

Next Article

L'Università di Pisa cerca un laureato in Economia

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.