Palermo, ecco il verbale elettronico

Parte dall’Università di Palermo la sperimentazione del verbale elettronico, il sistema che cambia in modo innovativo la modalità di verbalizzazione permettendo agli studenti di acquisire il risultato della prova in tempo reale. Addio anche al famoso libretto, i voti si riceveranno via mail.

Parte dall‘Università di Palermo la sperimentazione del verbale elettronico, il sistema che cambia in modo innovativo la modalità di verbalizzazione permettendo agli studenti di acquisire il risultato della prova in tempo reale. Addio anche al famoso libretto, i voti si riceveranno via mail.

Al momento sono tre i cdl in cui averrà la sperimentazione (Ingegneria Informatica, Agroingegneria, Scienze della Comunicazione per i media e le istituzioni). Tale periodo di prova servirà ad accertare il funzionamento del sistema.

Il Rettore Lagalla ha commentato: «Con quest’iniziativa compiamo un altro step del piano di miglioramento dei servizi agli studenti che ci siamo impegnati a portare avanti. Ma consentiamo anche all’Ateneo di acquisire in tempo reale i progressi nelle carriere accademiche».

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'alternanza scuola-università-lavoro

Next Article

Nicolais alla presidenza del Cnr

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".