Nuovo corso di laurea al Sannio

L’Università del Sannio presenta il nuovo corso di laurea: Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni

L’Università degli studi del Sannio ha presentato un nuovo corso di laurea nell’ambito della Facoltà di Ingegneria: Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni.
Un corso di laurea al passo coi tempi dal momento che l’ingegneria elettronica ha dato la possibilità di attivare una serie di sistemi di uso quotidiano ma anche molto complessi come di monitoraggio ambientale, autodiagnostica, micro e nano tecnologie.
Il Magnifico Rettore Filippo Bencardino insieme con il Preside della Facoltà di Ingegneria Filippo de’ Rossi, ha partecipato alla presentazione del corso presieduto dal Prof. Antonello Cutolo. Attiva anche la partecipazione da parte delle società spin-off dell’Università del Sannio: Optosmart, Mosaico, Lab Mep, Timshel.
“Nell’ottica dell’adeguamento della didattica alle richieste del mercato del lavoro, nella formulazione del percorso formativo di Ingegneria elettronica è stato fondamentale il confronto avuto con il mondo industriale. Il corso di laurea in Ingegneria elettronica per l’automazione e le telecomunicazioni fornisce, invece, agli studenti gli strumenti per acquisire una preparazione e una predisposizione ad adattarsi ai cambiamenti di un settore lavorativo in continua evoluzione” ha dichiarato Cutolo.
Un’ampia spiegazione degli sbocchi occupazionali è stata offerta da rappresentati delle aziende come Giuseppe D’Angelo del Centro Ricerche Fiat, Marco Pascale di ALTRAN SpA, Mauro Sellitto del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, Mauro Varasi di Finmeccanica, Alessandro Garribo di Selex Communications, Paolo Favali dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Vincenzo Soggiorno della Stazione zoologica Anthon Dohrn e Vittorio Falcucci di Alenia Sistemi Subacquei.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Moderata affluenza alle urne CNSU

Next Article

Alle donne italiane il primato della paga più “maschile”

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"