Nuoro, quando l’università paga

Ben 150mila euro a disposizione delle nuove matricole dell’ateneo di Nuoro. La provincia sarda ha infatti deciso di promuovere lo studio in città. “Crediamo nell’Università e vogliamo che diventi uno strumento di sviluppo della Provincia – ha affermato l’assessore provinciale Franca Carroni – gli assegni di studi vogliono essere un incentivo per l’iscrizione a Nuoro di studenti della Provincia ed oltre, per radicare l’università nel capoluogo e farne uno degli assi strategici per il futuro”.
Entro la settimana sarà disponibile, in tutti i comuni ed in tutte le scuole della Provincia di Nuoro, il materiale informativo sul bando per l’assegnazione di 150 assegni di studio da 1000 euro ciascuno per gli studenti che si immatricolano nelle facoltà universitarie con sede a Nuoro nell’anno accademico 2009-2010.
La Giunta provinciale di Nuoro, presieduta da Robero Deriu Pd, ha infatti deliberato per la redazione del bando che verrà poi pubblicato nel sito della Provincia. Il finanziamento dei 150 assegni di studio è stato approvato dal Consiglio provinciale nell’ultima seduta dopo l’accertamento dell’avanzo di amministrazione accertato dopo la riduzione dei residui.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nutrizionisti in tutta Italia per Natur House

Next Article

Sapienza, rischio commissariamento

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".