Napoli, scuolabus attivi di notte fuori le discoteche

scuolabus napoli

Scuolabus di giorno, tassì di notte. È questa la scoperta della polizia municipale di Napoli, che ha messo a nudo un traffico abusivo che riguardava i mezzi coi cui i bambini ogni giorno arrivano a scuola.

In pratica al giungere della notte gli autisti si piazzavano insieme al loro pulmino giallo all’esterno delle discoteche, dei locali e delle sale Bingo, per effettuare il loro servizio. Poche ore dopo, al sorgere dell’alba, eccoli di nuovo a raccogliere i piccoli per strada e portarli a scuola.

La storia raccontata dal Mattino ha quasi dell’incredibile. Le condizioni degli scuolabus erano davvero impietose: “Dei veicoli controllati – si legge nel comunicato dei vigili- sono state riscontrate violazioni all’interno dei mezzi, come il montaggio di sedili supplementari. In sei casi i trasportatori non avevano la licenza mentre altri 4 conducenti non erano autorizzati a trasportare persone.” Ma non finisce qui. “Due pulmini non erano stati sottoposti a revisione, altri 5 autisti trasportavano passeggeri in eccesso e in tre casi addirittura i mezzi non avevano la copertura assicurativa”.

Sembra, comunque, che il comune guidato da De Magistris abbia messo in pratica una task force contro gli autisti abusivi, cercando di tutelare la salute dei piccoli.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lauree vere, presunte e comprate

Next Article

Laurea in calo di attrattività

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"