Napoli per le pari opportunità

Il Comune adotta la Carta dei Diritti e delle pari Opportunità, per diffondere la lotta alle discriminazioni sul luogo di lavoro per genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa ed orientamento sessuale.

La giunta comunale, su proposta dell’ ’Assessore alle Pari Opportunità Pina Tommasielli (in foto) ha approvato la delibera con la quale l’ ’Amministrazione Comunale decide di adottare “la Carta dei Diritti e delle pari Opportunità”, che la scopo di contribuire alla diffusione della lotta sempre più capillare alle discriminazioni sul luogo di lavoro per genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa ed orientamento sessuale.

““La Carta, approvata nella piattaforma di Lisbona ed emanata dal Ministero del Lavoro e delle Pari Opportunità – ha dichiarato l’’ assessore Tommasielli – è un mezzo di diffusione della cultura e delle Politiche lavorative per le risorse umane e per l’inclusione e contro le discriminazioni. Si ispira ad una legislazione sempre più rivolta all’ inclusione delle donne nel mercato ed in particolare alla parità e pari opportunità di trattamento fra uomini e donne nel mondo del lavoro”. ”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Yif 2012, un'opportunità per tutti

Next Article

«Una lingua che rinuncia a una parte di sé stessa perde la propria anima»

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".