Napoli, indagato rettore dell'ateneo Suor Orsola Benincasa

L’ipotesi d’accusa è concorso in abuso d’ufficio: avrebbe favorito il figlio dell’ex ministro Zecchino per un posto da ricercatore. Lucio D’Alessandro, rettore del Suor Orsola Benincasa, è indagato dalla Procura di Napoli. L’ipotesi – secondo quanto scrivono Il Mattino, Il Fatto Quotidiano, l’edizione napoletana de La Repubblica ed il Corriere del Mezzogiorno – è quella di aver favorito un figlio dell’ex ministro Zecchino, nell’assegnazione di un posto di ricercatore al Suor Orsola. Né Ortensio Zecchino né il figlio Francesco risultano indagati.
A D’Alessandro ed agli altri componenti della commissione, Giovanni Coppola, Anna Giannetti, Alessandro Viscogliosi, è stato notificato un avviso di conclusione indagini. Per il rettore del Suor Orsola, al termine dell’inchiesta condotta dal pm Graziella Arlomede, avanzata l’ipotesi di concorso in abuso di ufficio. 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 27 settembre

Next Article

Cantone: "Negli atenei un deficit etico, cambiamo le commissioni sui concorsi”

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".