Monaci tibetani a Napoli per la pace interiore

“L’Amministrazione Comunale di Napoli esprime la sua laicità e la sua politica di inclusione verso tutte le filosofie e le religioni”

Condividere la pace interiore e l’incontro delle Tradizioni Sacre Orientali ed Occidentali attraverso cerimonie, canti e danze appartenenti alle tradizioni tibetane e a quelle delle regioni che percorre nel mondo. Queste le finalità del “Tour mondiale della pace interiore” che fa tappa a Napoli fino al 22 aprile.

L’evento, quest’anno alla XII edizione, è realizzato dai Monaci Tibetani del Monastero Gadhen Shartse Norling con la benedizione del Dipartimento di Religione e cultura dell’amministrazione centrale di Sua Santità il Dalai Lama, la coordinazione mondiale dell’Associazione Multiculturale Inkarri e l’organizzazione del Centro Culturale Ametista di Napoli.

“L’Amministrazione Comunale di Napoli esprime la sua laicità e la sua politica di inclusione anche nel favorire l’espressione di tutte le filosofie e le religioni” ha spiegato Pina Tommasielli, Assessore allo Sport e alle Pari Opportunità durante l’incontro di apertura della manifestazione.

“Siamo certi – ha detto l’Assessore – che l’evento contribuirà a diffondere i principi della filosofia orientale e a confermare Napoli come città che integra, favorisce ed esprime una dimensione multiculturale”.

Il programma si articola attraverso appuntamenti pubblici presso il Centro Culturale Ametista e in alcuni spazi comuni come Piazza Dante, il Parco Virgiliano e il Centro Polifunzionale di Soccavo.
Per informazioni: www.centroametista.org

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Start up e Ricerca, laboratori congiunti tra Italia e Israele

Next Article

Concorso Materie

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass. 
Leggi di più

Processo Regeni, blocco per “avvisare gli accusati delle imputazioni”

La palla ripassa al gup. Gli imputati irreperibili non hanno comunicato il domicilio e non possono essere così avvisati delle imputazioni. Nuova rogatoria avviata per le ricerce, la famiglia alla stampa: "Scrivete i loro nomi ovunque perché non possano sostenere di non sapere"