Milano – Torino: corsi gratis di inglese per disoccupati, studenti e stranieri

Corsi gratuiti di inglese a Torino e Milano per disoccupati maggiorenni: partono a maggio due opportunità di formazione gratuita per apprendere la lingua inglese, livello intermedio.
Ad erogare i corsi è la società Manager srl,  società di formazione manageriale, per il tramite di Forma.Temp.,il fondo senza scopo di lucro che finanzia diverse tipologie di formazione destinate a lavoratori in somministrazione.
Possono partecipare ai corsi i candidati che abbiano compiuto il 18 esimo anno d’età e che siano disoccupati, studenti, stranieri o persone in mobilità o part-time. I corsi sono a titolo gratuito e rilasciano un attestato di partecipazione (dopo aver seguito almeno il 70% delle lezioni). La durata dei corsi, di livello intermedio, è di 40 ore strutturate in due diversi moduli.
Nello specifico, il primo modulo (20 ore) prevede i seguenti insegnamenti: 
– Forme grammaticali e linguistiche
– Differenti significati di to have;
– Gli avverbi never e ever;
– Formazione di alcuni avverbi e la loro posizione all’interno di una frase;
– Locuzioni comparative;
– Comparativi e gerundi con to go;
– Present Perfect: uso dei tempi al passato, il passivo del present perfect e un altro genitivo sassone;
– Il Present perfect con ever e il congiuntivo;
– Il present perfect progressive e i vari tipi di avverbi;
– Pronomi indefiniti di cosa e present perfect e avverbi di tempo;
– Il first conditional;
– Altri due usi sul present perfect;
– Pronomi riflessivi, pronomi reciproci;
– Il  past perfect simple e past perfect progressive;
– Conversation;
– Una nota sull’uso dei numeri;
– I pronomi relativi which e that;
– Uso dell’articolo determinativo con i cognomi;
– Come si forma il second conditional;
– Preposizioni into;
– Avverbi here e there;
– Uso enfatico dell’avverbio ever;
– Conversation;
– Uso e costruzione dei reporting verbs;
– Uso della congiunzione subordinante that;
– Verbi ed espressioni che reggono il that;
– La traduzione del verbo to want;
– Ripasso delle regole grammaticali
Il secondo modulo (20 ore) prevede:
– La fonetica e la comprensione linguistica
– Ascolto attivo: visione film e ascolto cd audio;
– Lettura brani;
– Comprensione di testi e analisi linguistica;
– Scrittura di forme linguistiche-brevi componimenti in lingua;
– Come relazionarsi usando l’inglese formale;
– Role play di situazioni quotidiane lavorative;
– Test finale di conversazione.
La scadenza per presentare domanda è fissata all’11 maggio 2016. maggiori informazioni e il form per presentare domanda li trovate sul sito di Manager srl.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

#ScuoleInnovative, il MIUR stanzia 350 milioni per 52 nuove scuole sostenibili e all’avanguardia

Next Article

Torna "Io leggo perché": scuole, aziende, editori e librai pronti a tutto per promuovere la lettura

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.