Marketing Olimpico

Il Comitato Olimpico Internazionale coordina i programmi del Marketing Olimpico attraverso i seguenti obiettivi:
– Assicurare indipendenza e stabilità economica del movimento olimpico, e in tal modo la promozione a livello mondiale dell’Olimpismo
– Creare e mantenere programmi di marketing a lungo termine così da garantire la sicurezza economico-gestionale del movimento olimpico e dei Giochi Olimpici
– Incrementare le attività di successo sviluppate da ogni comitato organizzatore per i Giochi Olimpici (OCOGs) così da eliminare il bisogno di ricreare la struttura di marketing ad ogni edizione dei Giochi Olimpici
– Generare ricavi da distribuire attraverso l’intero movimento olimpico, includendo OCOGs, comitati olimpici nazionali (NOCs), le federazioni internazionali (IFs) e le altre organizzazioni sportive riconosciute a livello internazionale
– Prevedere supporto economico per lo sport nelle nazioni emergenti
– Garantire l’esperienza dei Giochi Olimpici al massimo numero di persone possibile nel mondo attraverso le principali coperture mediatiche
– Proteggere e promuovere la giustizia che è rappresentativa dell’immagine e degli ideali olimpici
– Controllare e limitare la commercializzazione dei Giochi Olimpici
– Supportare il marketing olimpico dei partner nella diffusione degli ideali olimpici
 
Perseguendo tali scopi, il Marketing Olimpico distribuisce i suoi ricavi a vantaggio del movimento olimpico.
 
Paolo Massimo Campogrande

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 3 maggio

Next Article

Pizze surgelate: le consumano 9 famiglie su 10

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".