Lost in translation. Guida per studenti

La nostra speranza è che la guida non offra solo un mezzo di comprensione per le potenzialità racchiuse in un viaggio all’estero, ma un punto di partenza per la esplorare la tua nuova “casa”. (Lettera dell’editore – Guida di Firenze)

L’ organizzazione dei studenti che sperimentano soggiorni di studio all’estero dell’Università di New York, la NYU Global student Ambassadors – ha dato vita alla creazione di guide per studenti redatte dagli studenti stessi in cui si raccolgono in modo indicizzato le  esperienze e conoscenze acquisite nei diversi paesi visitati.

Le guide vengono continuamente aggiornate, e  migliorate con l’apporto di nuovi collaboratori.  Accanto a veri e propri vademecum di singole città, troviamo guide dedicate a questioni giovanili particolarmente delicate o  collezioni di aneddoti che si scontarono con le diversità culturale e “le false amicizie” .

Ogni guida costituisce uno strumento di apprendimento tramite la prospettiva delle diverse generazioni e offrono “lo sguardo dell’altro” al paese descritto.

Per quanto riguarda l’Italia, i brevi cenni politici risentono dell’immaginario collettivo estero: sfiducia degli Italiani verso la politica (nonostante si evidenzi la partecipazione attiva alla politica rispetto agli americani) fragilità del governo e della giustizia e, in fine, il fenomeno Grillo dipinto come un “risvegliatore di coscienze. Invitiamo gli studenti italiani ad approfondire il genere progettando manuali per i loro compatrioti “lost in translation”.

Amanda Coccetti

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

CEICC, ponte con l’Europa

Next Article

Giornalisti, il posto è in Tv

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.