Lidia, 20 anni, laureata più giovane d'Italia: "L'estero? E' una possibilità"

Lidia ha 20 anni, non è iscritta a Facebook e questa mattina, 23 settembre, ha conseguito la Laurea triennale a Catania, all’Accademia di Belle Arti, in Graphic Design Comunicazione d’impresa. Di fatto, è la laureata più giovane d’Italia.
E’ uno studio “matto e disperatissimo” il suo? Non pare. Anche se Lidia spiega che essendosi diplomata a 16 anni e mezzo ha dovuto aspettare di compiere 17 anni per iscriversi all’Università.
Ma qual è il segreto di una carriera così rapida? “Per me non esistono esami complicati, spesso dipende però dagli stessi docenti” – racconta al Corriere dell’Università – Il segreto consiste nell’adottare un metodo diverso di studio secondo la disciplina a cui ci si approccia, essere multitasking in pratica ed avere la mente aperta e versatile”.
Le difficoltà, comunque, non sono mancate durante gli anni universitari. “Capita nel corso della carriera di imbattersi in materie in cui si viene lasciati soli a se stessi, senza avere una guida. Io ho avuto la fortuna di avere un ottimo docente di Graphic Design, che è stata la materia più importante del mio corso di studi, che mi ha fornito una buona base di partenza”.
La tesi di laurea s’intitola “Immagine di Carattere, tipografia come mezzo d’espressione” e tratta della visione della tipografia non più come semplice mezzo di comunicazione scritto ma come immagine emozionale. Lidia si è laureata questa mattina a Catania, con il punteggio di 110 e lode.
Dopo la festa per il primo traguarda raggiunto non c’è tempo da perdere. “Fermarsi alla triennale è un po’ come lasciare un percorso a metà – racconta. I miei progetti sono di continuare gli studi a Milano, dove ho vinto una selezione ed un master in Brand Communication al Politecnico”.
L’estero? E’ una possibilità. “Sì, sto valutando l’idea – risponde Lidia. Ho già ricevuto qualche proposta lavorativa a Berlino. Vorrei concludere tutti gli studi prima di decidere”. Forse, a pensarci bene, l’Italia le sta un po’ stretta.
 
La foto al termine della seduta di laurea con il relatore Gianni Latino
DSCN0305
 
Raffaele Nappi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di mercoledì 23 settembre

Next Article

Gaetano Manfredi è il nuovo presidente CRUI

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"