Lettera al ministro: no alla ricerca per soli ricchi

lettera al ministro ricerca

Abolire il divieto di lavoro per i dottorandi: dopo le indiscrezioni trapelate ieri grazie a un’intervista rilasciata dal prorettore dell’Università di Bologna Dario Braga, oggi anche l’Associazione dottorandi e dottori d’Italia rilancia l’appello con una lettera al ministro dell’Istruzione Giannini.

Impossibile andare avanti con lo stipendio medio di un ricercatore italiano (pari a 1.035 euro al mese), a maggio ragione se si confronta con quello dei suoi colleghi europei (ad es. i norvegesi percepiscono in media 3.400 euro al mese, mentre gli svizzeri arrivano fino a 4.100 euro mensili).

file:///C:/Documents%20and%20Settings/martina/Documenti/Downloads/4028-185781186.pdf

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Voto studenti fuori sede, emendamento bocciato: "Mobilitazioni in tutta Italia"

Next Article

Fondi scuole: 3 miliardi e mezzo e le idee di Renzo Piano

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"