Le 7 cose da fare la Notte prima degli esami

“Notte di lacrime e preghiere, la matematica non sarà mai il mio mestiere. La cantava anche Antonello Venditti, e ogni anno torna di moda. E’ la notte prima degli esami, quella più lunga, quella indimenticabile, quella dove l’ansia ti arriva fino alla gola, dove il ripasso non è mai abbastanza e appellarsi ai santi, oramai, è inutile. Insomma: è la vostra ultima notte prima di diventare grandi. Ecco come viverla al meglio…
 
#1 Mangiate sano. Mettete da parte, se ci riuscite, caffè e bevande gassate sostituendole con una tisana rilassante
#2 Tenetevi stretta l’emozione che vi portate dentro. State insieme ai vostri migliori amici. Sarà indimenticabile
#3 Appellarsi ai santi funziona fino a un certo punto. Più che alla scaramanzia datevi alla spensieratezza
#4 Non preparatevi vestiti e maglie preferite, non servono. Tutto quello che c’è da sapere è nel cervello
#5 Chiudete i libri, oramai è troppo tardi. Non perdete altro tempo. Quel che è fatto è fatto
#6 Non bevete. Andate in giro, ma non fino a tardi. Non esagerate e non lasciateci andare: il giorno dopo c’è una prova che vi aspetta…
#7 Mettete le cuffiette. E godetevi questa canzone. Di momenti così, non ne tornano
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Metà degli studenti universitari ora ha un ISEE più alto

Next Article

Ecco le quote: cosa uscirà alla prima prova?

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident