Lavorare nella Banca Mondiale: offerte di lavoro

La World Bank ha aperto nuove selezioni di personale in vista di assunzioni a Washington e in altre sedi all’estero. Sono disponibili anche opportunità di stage per i giovani.
Istituita nel 1945, la World Bank offre assistenza finanziaria e tecnica ai Paesi in via di sviluppo del mondo. E’ una delle agenzie specializzate dell’ONU e ha l’obiettivo di porre fine alla povertà estrema, e di promuovere la prosperità. Il World Bank Group è costituito da 5 distinte organizzazioni, tra cui la Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BIRS), e l’Agenzia Internazionale per lo Sviluppo (AID o IDA). La Banca Mondiale ha il proprio headquarter negli Stati Uniti, a Washington DC. Vanta, attualmente, circa 15.000 dipendenti in oltre 120 sedi in tutto il mondo.
Le selezioni sono aperte per varie figure, a diversi livelli di esperienza, da impiegare nei settori Contabilità, Amministrazione, Trasporti, Tecnologia e IT, Comunicazione, Riduzione della povertà, Finanza e Sviluppo, Energia, Agricoltura e Sviluppo rurale, Igiene, Servizi Operativi, Protezione Sociale, Gestione finanziaria, Sviluppo Urbano e Sociale, e Sviluppo Umano.
Si ricercano profili amministrativi, tecnici, gestionali e consulenti, per la maggior parte laureati con conoscenza fluente della lingua inglese. Tra le figure richieste ci sono addetti alla comunicazione, analisti, economisti, assistenti, manager, consulenti e specialisti in vari ambiti.
Durante l’anno la World Bank offre anche interessanti opportunità di stage retribuiti per laureati e studenti. I tirocini Banca Mondiale si svolgono negli USA, presso la sede di Washinngton o altri uffici locali, e hanno una durata minima di 4 settimane. Gli stagisti vengono inseriti in due distinti periodi dell’anno, dato che i percorsi di formazione e lavoro vengono attivati nella stagione estiva e in quella invernale. Sia gli stage estivi che gli stage invernali hanno una durata minima di 4 settimane e, ogni anno, coinvolgono circa 150 – 200 tirocinanti.
I tirocini sono retribuiti. La Banca Mondiale paga i tirocinanti su base oraria per le ore di lavoro effettivamente realizzate e in alcuni casi copre le spese di viaggio. Lo stipendio viene definito di anno in anno. Vitto e alloggio sono a carico degli stagisti.
Info STAGE E TIROCINI

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Borse di studio, cede anche l'Emilia Romagna: 3mila studenti a mani vuote

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 20 dicembre

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.