La rassegna stampa di mercoledì 25 novembre

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli di oggi selezionati dalla redazione del Corriere dell’Università.
Il Sole 24 Ore – Ai diciottenni 500 euro e 15 mila borse di studio – La proposta del premier Matteo Renzi: una card analoga a quella destinata agli insegnanti, con 500 euro da spendere in concerti, teatri, mostre e corsi di aggiornamento per tutti gli studenti maggiorenni.
La Stampa – Investimento sull’educazione come arma di difesa per il futuro – Il discorso del premier per spiegare i punti di una manovra d’investimenti incentrati su cultura e formazione: la risposta italiana al dilagare del terrore.
Corriere della Sera – Italia ultima per numero di laureati – L’ultimo rapporto Ocse education at a glance evidenzia i limiti del sistema d’istruzione nostrano, agli ultimi posti in quasi tutte le statistiche.
Il Mattino – Anna, niente scuola per due anni. Le emergenze dei bambini disabili – Il caso di una bambina nel napoletano costretta per due anni a non andare a scuola a causa dell’alternarsi e della mancanza dei docenti di sostegno è solo un episodio del calvario che i ragazzi con disabilità devono affrontare in Italia.
la Repubblica – Un giorno lungo un anno per il coraggio delle donne – Il 24 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Migliaia le iniziative in tutta Italia per sensibilizzare al tema.
La Stampa – troveremo la vita su Marte? Ci prova ExoMars, al via nel 2016 – La nuova missione coordinata dalle agenzie spaziali europea e russa si pone l’ambizioso obiettivo di scoprire la vita sul pianeta rosso.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Parcheggio da record al Policlinico di Bari: la moto è sulla scala antincendio

Next Article

Al San Camillo impiantato il primo cuore artificiale di ultima generazione

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).