La Primavera studentesca in piazza

gli_studenti.jpgAnche se ormai i test d’ammissione sono passati da mesi, loro non dimenticano. Lunedì mattina gli studenti torneranno in piazza “per rivendicare il diritto allo studio contro l’oscurantismo culturale”. La manifestazione, battezzata Primavera studentesca in ricordo di quella di Praga, toccherà nove città: Torino, Milano, Firenze, Ancona, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria e Catania. E in cinque di queste città il corteo del mattino diventerà kermesse fino a sera inoltrata, con musica dal vivo e interventi politici, esponenti della cultura e dello spettacolo.
L’iniziativa è promossa dal Progetto Prometeo (www.progettonazionaleprometeo.org), il “movimento” messo su da Massimo Citro, medico torinese con due lauree e 110 e lode, che nel 2006 tentò il test di ammissione a Medicina per dimostrare l’assurdità della prova (che infatti non superò).
Da allora non ha lasciato cadere nel vuoto la protesta sua e di milioni di studenti. Anzi, li ha raccolti tutti intorno al suo sito web. E il suo disappunto per una legge che ritiene assolutamente incostituzionale ha preso forma in un dvd che presto sarà distribuito gratuitamente dal titolo “Osate, contro la legge illegale che vieta la conoscenza”) e in un libro appena pubblicato “Vietato studiare”.

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

Camera di Commercio 32 assunzioni in vista

Next Article

6 mesi in Citroen per brillanti neolaureati

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".