Jacko conquista Facebook e supera Obama

jacko.jpgThe King of the pop Michael Jackson è riuscito – seppur post mortem – a conquistare anche il popolo di Facebook. Ha infatti raggiunto quota sette milioni di fan sul social network più famoso del mondo, superando così anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, fermo ad «appena» sei milioni. La crescita è avvenuta in pochissimi giorni: durante l’ultima settimana i fan virtuali di Jacko sono passati da 80.000 a oltre 7 milioni, più di 20 fan al secondo.
Le pagine di Facebook sono diventate una sorta di memoriale, con messaggi provenienti da tutto il mondo, decine al minuto. E insieme ai messaggi, i fan hanno mandato centinaia di migliaia di regali virtuali dedicati a Jackson: circa 800.000 «guanti bianchi» come quelli che usava indossare, sono circolati fra i membri di Facebook.
I social network non sono però il solo modo con cui gli appassionati di Jackson lo stanno ricordando: dopo la sua morte sono state scaricate da Internet 2,6 milioni di canzoni (il singolo del 1988 Man in the Mirror ha avuto 159.000 download), e due dei suoi album sono al top della classifica di iTunes, il negozio online della Apple.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Aspiranti giornalisti, arriva My Science

Next Article

Stupri, la chimica per debellarli

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.