Ipotesi 'sugar tax' per l'Irap ma il ministro Bussetti chiede di usarli per migliorare la ricerca

Bussetti: “Più soldi all’Università dalla tassa-bibite”. Ma c’è ipotesi Irap
In commissione Finanze approvata la proposta di tassare le bevande zuccherate per finanziare l’Irap. Ma il ministro Bussetti e la ministra Grillo si contendono già le potenziali entrate.
L’hanno già soprannominata ‘Sugar tax’, una tassa “sul consumo di bevande ad alto contenuto di zuccheri aggiunti”  che consentirebbe di finanziare l’esonero dal pagamento dell’Irap  per le partite Iva fino a 100mila euro. E che, secondo il Governo, riducendo il consumo di bevande zuccherate aiuterebbe a combattere l’obesità. 
Si tratta di una proposta M5S-Lega alla manovra, approvata in commissione Finanze e che dovrà essere esaminata dalla commissione Bilancio. L’emendamento, a prima firma dell’esponente 5S Carla Ruocco e sottoscritto da alcuni deputati leghisti, prevede come copertura principale la revisione delle spese fiscali.
Ma è scontro nel governo con il ministro dell’Università e della Ricerca che propone, però, di utilizzare la tassa per l’Università e la Ricerca. Mentre la ministra Grillo è pronta ad utilizzarla per sostenere le campagne contro l’obesità.
Il ministro Bussetti: Sugar tax andrà a Università e ricerca “Per finanziare l’università italiana stiamo lavorando a una tassa sulle bevande zuccherate” sostiene in un’intervista a Repubblica. “Avrebbe un doppio valore, limitare le malattie cardiovascolari e aiutare il progresso scientifico. Dovrà essere accompagnata da uno spot che ne spieghi il valore – ha detto Bussetti – Utilizzeremo la ‘sugar tax’ per trovare i 100 milioni che servono all’università e incrementeremo il Fondo ordinario”.
Il ministro dell’Istruzione: “Contro il precariato metteremo un tetto agli assegni di ricerca. E c’è un progetto per dare ai ricercatori lo status di dipendenti a tempo indeterminato”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

In diretta da Matera il Ministro Bussetti al convegno “Le scuole e il futuro aperto”

Next Article

Scuola, dallo sport al fondo per le emergenze educative: in arrivo 16,7 mln per l’ampliamento dell’offerta formativa

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.