Inail pubblica la nuova edizione del Dossier Scuola

Anche quest’anno l’Inail testimonia il proprio impegno per la promozione e diffusione della cultura della salute e sicurezza in ambito scolastico con la pubblicazione della nuova edizione del Dossier Scuola.
Nel volume, pubblicato alla vigilia della Giornata nazionale del 22 novembre, si presenta una selezione dei migliori progetti formativi realizzati sul territorio, un focus sulle risorse stanziate per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e i dati sugli infortuni occorsi ad alunni e docenti.
La pubblicazione mette in risalto le iniziative formative realizzate con metodologie didattiche innovative e strumenti multimediali e interattivi volti a sensibilizzare studenti e insegnanti ai valori della salute e sicurezza nei luoghi di studio, di lavoro e di vita quotidiana.

A chiusura del dossier una piccola rassegna di film e serie tv che affrontano i temi della legalità e della sicurezza e una sezione dedicata alle pubblicazioni Inail sul tema della prevenzione in ambito scolastico.

La pubblicazione include anche una sezione dedicata alle risorse stanziate per l’edilizia scolastica e un focus sui dati relativi agli infortuni occorsi a personale scolastico, studenti e docenti, nel triennio 2016-2018.
Tra le iniziative citate “Napo”, il divertente personaggio nato dalla collaborazione di numerose realtà europee per stimolare riflessioni sulla sicurezza sul lavoro.
A tal riguardo si ricorda che Napo, protagonista di una serie di cartoni animati, introduce in maniera spiritosa e stimolante argomenti relativi alla salute e alla sicurezza sul lavoro (SSL) e la prevenzione di rischi.
Infatti, Napo è un comune lavoratore di un’industria o di un settore qualsiasi.
Spesso è esposto a pericoli e situazioni di rischio comuni sul luogo di lavoro, ma prende parte attivamente all’individuazione dei rischi e alla proposta di soluzioni pratiche.
tecnicadellascuola

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

10 dicembre, Human Rights Day

Next Article

Scuola. Professori precari, concorso solo per pochi

Related Posts
Leggi di più

Finge di avere due lauree: professoressa dovrà restituire 20 anni di stipendi

Un'insegnante di sostegno che ha prestato servizio in diverse scuole della Brianza è stata condannata al risarcimento di 314mila euro per aver falsificato, dal 2000, i certificati di laurea in pedagogia e psicologia. Il caso è scoppiato dopo che la donna aveva denunciato la preside di uno degli istituti nel quale lavorava per mobbing.