In-formazione ad OrientaSud

“Sud: i giovani non possono aspettare” è il messaggio che quest’anno Orientasud lancia nella sua XI edizione attraverso il titolo del convegno inaugurale del 19 ottobre

Sud: i giovani non possono aspettare” è il messaggio che quest’anno Orientasud lancia nella sua XI edizione attraverso il titolo del convegno inaugurale di martedì 19 ottobre alle ore 9.30 che aprirà le porte a studenti, docenti e rappresentanti delle Istituzioni.
L’A.C.S.I.G. (Associazione Culturale per lo Sviluppo dell’Inventiva Giovanile) e il giornale “Il Corriere dell’Università Job” sono i promotori della tre giorni che si svolgerà presso Città della Scienza dal 19 al 21 ottobre.
La più grande manifestazione di orientamento del Mezzogiorno (www.orientasud.it) gode dell’adesione del Presidente della Repubblica e dei patrocini delle principali Istituzioni pubbliche nazionali e locali.
Quest’anno nuovi contenuti ed eventi grazie alla partecipazione di numerose figure del panorama nazionale ed internazionale. Al convegno inaugurale, seguirà la presentazione del progetto “Youth On The Move” ad opera della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Un progetto teso ad assistere i giovani nella ricerca del loro primo lavoro, acquisendo conoscenze, abilità ed esperienza.Al centro del salone, i giovani. Un’area espositiva dove poter parlare con i delegati delle università italiane e straniere, dodici conferenze di presentazione delle facoltà per offrire un quadro di maggiore consapevolezza delle scelte con consigli di giovani laureati, manager, Presidi e referenti per l’orientamento degli atenei e l’area tutor in cui i ragazzi potranno chiarirsi dubbi attraverso il dialogo con gli esperti del settore e con loro discutere i risultati dei test di orientamento.
Tra le novità dell’edizione 2010 spiccano i workshop per imparare a scrivere il proprio curriculum vitae e redigere una lettera di presentazione e ancora come affrontare un primo colloquio di lavoro e conoscere le professioni del futuro. Orientasud quest’anno ha pensato anche ai docenti che potranno partecipare al laboratorio esperienziale a cura dell’Area Politiche per l’Orientamento dell’Isfol e conoscere i nuovi strumenti dell’orientamento. Lo stesso ente di ricerca invita poi gli studenti a partecipare mercoledì 20 al laboratorio per imparare a riflettere sulle dimensioni delle scelte.
Ancora una novità per questa edizione: OrientaSud apre alle famiglie. Attraverso una formula innovativa e sperimentale sarà data la possibilità di un confronto generazionale affiancati da psicologi e orientatori esperti per riflettere insieme e operare una scelta consapevole supportata tecnicamente ed emotivamente. Per poter vivere questa esperienza è necessario prenotarsi per concordare gli incontri che si terranno ogni pomeriggio nell’ambito della manifestazione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ingegneria Sapienza: studenti pre-occupati

Next Article

Precari ricerca versus Crui

Related Posts
Leggi di più

Si laureano prima ma guadagnano di meno rispetto agli uomini: la vita in salita delle donne dopo la fine dell’università

Presentato a Bologna il "Rapporto tematico di genere” realizzato dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea. Le donne rappresentano il 60% dei laureati italiani, finiscono in corso il ciclo di studi ma guadagnano anche il 20% in meno rispetto ai colleghi maschi. La ministra Messa: "Stop alle discriminazioni. Incentivi a quelle aziende che portano avanti politiche di uguaglianza di genere".
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".