Guariti grazie alle staminali

staminali

 

Il metodo Stamina ha acceso il dibattito intorno all’utilizzo delle cellule staminali, in un confronto che a volte assume toni feroci. Ma al di là dei clamori giornalistici ci sono equipè di ricercatori che riescono davvero a ottenere successi nel campo e a dare nuove speranze a malati un tempo ritenuti incurabili. Ecco la storia di due giovanissimi fratellini romani curati grazie all’utilizzo, consapevole e oculato, delle cellule staminali.

https://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2014/02/28SB25141.PDF

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

I Rettori chiedono a Renzi la rivoluzione: "Coraggio, via gli Atenei periferici"

Next Article

ANTEPRIMA - Concorso nazionale medicina: i giovani medici vincono la loro battaglia. Ecco tutte le novità per la selezione

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).