Gli mettono disinfettante per le mani nella borraccia di scuola: studente finisce al Pronto soccorso

Scherzo di cattivo gusto in una scuola di Bologna: studente si sente male dopo aver bevuto gel disinfettante che era stato messo nella sua borraccia.

Uno scherzo fatto in classe che poteva avere conseguenze molto gravi: è quello che è accaduto sabato scorso in una scuola della provincia di Bologna e che ha avuto come vittima inconsapevole uno studente che ha bevuto da una borraccia in cui era stato versato del liquido disinfettante per le mani

Il ragazzo ha avuto un malore ed è stato trasportato d’urgenza al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna ma fortunatamente non ha riportato gravi danni ed è stato dimesso nelle ore immediatamente successive.

Adesso sul caso indagano i carabinieri della stazione di Bazzano (Comune di Valsamoggia). L’ipotesi più probabile è che il liquido disinfettante che ha ingerito si trovasse all’interno della borraccia di acqua in metallo che lo studente era solito utilizzare in classe e che aveva portato direttamente da casa. Si pensa dunque che possa essere stato qualcuno all’interno della classe ad aver inserito il liquido al suo interno, forse con l’intento di fare uno scherzo che però poteva avere delle conseguenze molto gravi.

Total
5
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuole specializzazione sanità, fissata la data del test: si parte il 20 luglio

Next Article

Cattedre vacanti, Bianchi vuole stringere i tempi: "Chiuderemo quelle di ruolo entro il 31 luglio"

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.