Giovani calabresi, 19 milioni dalla Regione

calabria.jpgLa Calabria investe sui giovani. Sul sito Internet della Regione è online l’avviso pubblico per la realizzazione e il potenziamento dei centri giovanili. Continua così l’azione della Regione per valorizzare i talenti e le capacità dei giovani calabresi e per prevenire ogni forma di esclusione sociale.
Dopo la partenza degli interventi per la creazione dei centri giovanili polivalenti nelle tre università calabresi, prende avvio la seconda azione dell’Accordo di programma quadro (Apq) tra regione, Dipartimento Politiche della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dello Sviluppo economico.
Si tratta di un’azione che permetterà, attraverso un finanziamento complessivo di 18.798.000 euro, di qualificare e potenziare le strutture di aggregazione giovanili esistenti e di crearne di nuove nei territori sprovvisti e con maggiori rischi di esclusione sociale. I progetti potranno essere presentati dagli enti locali, dagli enti e dalle istituzioni ecclesiastiche, dalle organizzazioni non governative e dalle organizzazioni onlus.
L’avviso pubblico per la presentazione dei progetti è in pre-pubblicazione sul sito della Regione e sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Calabria. Nei prossimi mesi saranno avviate altre azioni per i giovani, a partire dalla realizzazione di un portale dedicato sul sito istituzionale della Regione Calabria. Sarà inoltre pubblicato un avviso pubblico per premiare le idee più creative dei giovani calabresi e dare così avvio alle “fabbriche della creatività” previste dal Por Calabria Fesr 2007/2013.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un addetto alla reception su Milano

Next Article

Classifica atenei, il Miur non arretra, conferma e rilancia

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".