Giannini firma il decreto: via libera all'assunzione di 215 ricercatori negli Enti pubblici

vaccino

Via libera all’assunzione di 215 ricercatori negli Enti pubblici di ricerca vigilati dal Miur. Il Ministro Stefania Giannini ha firmato il decreto che dà attuazione a quanto disposto dall’ultima legge di Stabilità. Lo stanziamento previsto per il reclutamento straordinario è di 8 milioni di euro per il 2016 e di 9,5 milioni a decorrere dal 2017.
“Il decreto – spiega Giannini – fa seguito a quello per il reclutamento straordinario di 861 ricercatori universitari firmato la scorsa settimana. Attraverso la legge di Stabilità – ricorda il Ministro – stiamo ricominciando ad investire in Università e Ricerca: sono in tutto 1.076 le posizioni da ricercatore in più che attiviamo incentivando l’ingresso di giovani studiosi nel nostro sistema della ricerca. Si tratta di un primo passo necessario e nuovo in un Paese che non prevedeva un reclutamento simile da molti anni”.
L’assegnazione dei posti da ricercatore tiene conto della qualità della ricerca prodotta dagli Enti e dei loro bilanci. Gli Enti potranno assumere, attraverso procedure pubbliche di selezione, solo personale che non sia già all’interno della loro dotazione organica, privilegiando in particolare, spiega il decreto, l’ingresso di “giovani studiosi di elevato livello scientifico”. Nella valutazione dei profili si terrà conto in particolare dei riconoscimenti ricevuti in Italia o all’estero dai candidati, delle loro precedenti esperienze come coordinatori di progetto o all’interno di Enti di ricerca del sistema nazionale o internazionale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Miur, pubblicati i bandi per l'assunzione di 63.712 docenti. Domanda on line entro il 30 marzo

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 29 febbraio

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".