Gara di progetti sulla Previdenza, premio per gli universitari

Schermata 2013-02-08 a 12.33.49

In occasione della Giornata Nazionale della Previdenza che si terrà a Milano tra il 16 e il 18 di Maggio, evento dedicato al mondo delle pensioni e del welfare, è stato istituito il Premio GNP 2013 sull’ “importanza del comunicare e la necessità di conoscere”.

Il Premio si prefigge lo scopo di informare i giovani coinvolgendoli in attività di progettazione e creazione attraverso la realizzazione di un Piano di comunicazione alternativo rispetto a quello istituzionale, che si rivolga ad un target di giovani tra i 20 e i 30 anni.

Ai partecipanti, studenti universitari o laureati da non prima del maggio 2012, si richiede di realizzare un progetto sul tema della Previdenza che metta a fuoco in modo intuitivo ed accattivante l’importanza di comunicare per coinvolgere i giovani nel mondo del welfare avvicinandoli all’interesse per gli strumenti previdenziali.

I tre lavori che avranno ottenuto il punteggio più alto riceveranno, rispettivamente, un MacBook Pro, un IMac e un MacBook Air. Inoltre, qualora il lavoro presentato rispecchiasse tutti i requisiti richiesti e verrà giudicato di particolare interesse, l’organizzazione mette a disposizione la possibilità di collaborare all’edizione dell’anno successivo attuando il progetto prescelto.

La domanda di partecipazione và inviata all’indirizzo e-mail: [email protected] entro l’1 marzo 2013. Per ulteriori informazioni, bando e moduli di adesione, visitare il sito: www.giornatanazionaledellaprevidenza.it.

 

Giovanni Torchia

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studentesse spiate nello spogliatoio, il video finisce in rete

Next Article

La beffa dei giovani che lavorano a partita IVA

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.