Elezioni amministrative, vincono astensione, m5s e social media. Grillo festeggia alla finestra

Risultati delle elezioni amministrative 2016. i vincitori delle principali città: Milano, Roma, Torino, Bologna, Napoli. per la prima volta Roma ha un sindaco donna, Virginia Raggi.

Chiusi i ballottaggi delle amministrative 2016, vince l’astensione. Risultati sorprendenti nelle città di Torino e Roma dove Chiara Appendino e Virginia Raggi del movimento 5 stelle tingono di rosa i rispettivi municipi sconfiggendo Fassino e Giacchetti del pd. E’ la prima volta che nella capitale si elegge un sindaco donna. A Milano prevale di misura Giuseppe Sala del partito democratico su Stefano Parisi della coalizione di centrodestra. Riconferma a Napoli per Luigi De Magistris, che doppia l’avversario Gianni Lettieri del centrodestra. A Bologna si conferma il sindaco Merola sulla candidata leghista Lucia Borgonzoni. Questo il quadro delle principali città italiane.
Il partito democratico uscito penalizzato da queste elezioni, riconosce la sconfitta attraverso il suo vicesegretario Lorenzo Guerini, il prima a parlare dopo gli scrutini. Grillo invece, rimasto in disparte per tutta la campagna elettorale, si è affacciato alla finestra dell’hotel Forum di Roma che lo ospita abitualmente, con al collo attaccato un appendino e alzando le braccia al cielo come ad indicare raggi di sole (almeno questa sembra la ricostruzione della scenetta) un modo creativo per manifestare la sua gioia.
I commentatori hanno sottolineato il ruolo svolto dai social media in questa  campagna elettorale e il target dei giovani  monopolizzato dal movimento di Grillo. Un bel lavoro di ricostruzione aspetta gli altri schieramenti politici se vogliono recuperare consensi sugli under 34.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di lunedì 20 giugno

Next Article

Maturità troppo social? Così si difendono all’estero

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.