Disorientati? “Conoscersi per scegliere”. Riparte da Roma l’educational tour di ItaliaOrienta

Roma, tour 2014

Orientamento Mettere i ragazzi a confronto con il proprio sistema di valori, idee, progetti e aspirazioni. Se non ne hanno già uno, aiutarli a costruirne le impalcature. Accompagnarli nel percorso di  scoperta e conoscenza di se stessi. Supportarli nell’identificazione dei propri bisogni e delle proprie ambizioni, nel riconoscimento dei propri limiti e nell’esaltazione del proprio talento. Tutto questo attraverso simulazioni colloqui e laboratori (anche teatrali) e attività di tutoraggio.

E’ stata questa la prima attività portata in classe dagli esperti della Fondazione ItaliaOrienta che questa mattina a Roma, presso l’Istituto Via delle Sette Chiese, hanno dato il via alla seconda edizione del primo educational tour del Paese.

La prima delle 58 tappe (in altrettante città italiane) di questo 2014 si è conclusa con successo. Sono stati 500 gli studenti delle scuole del territorio, iscritti alle quarte e quinte classi, che hanno partecipato alla mattinata di orientamento

Ai ragazzi sono state poste domande relative alle loro aspirazioni post diploma. Quasi tutti non avevano le idee chiare su che strada seguire o, nei casi in cui avessero saputo che tipo di professione svolgere da grande, non conoscevano assolutamente quale fosse il percorso da intraprendere.

I bisogni emersi durante il tour 2013 hanno permesso agli esperti di elaborare percorsi di orientamento allo studio, al lavoro e all’autoimprenditorialità, molto articolati e mirati a soddisfare le esigenze dei diplomandi perché, una volta concluso il periodo di orientamento e tutoraggio, possano andare incontro a scelte consapevoli, grazie alle quali essere al riparo dagli insuccessi personali e professionali.

Dispersione scolastica, abbandono universitario e disoccupazione giovanile, continuano a far registrare numeri spaventosi.

“E’ da quei numeri che bisogna partire per mettere a sistema un metodo di orientamento che vada incontro ai bisogni reali degli studenti e trasformi i nostri ragazzi in brillanti studenti universitari prima, dipendenti appagati o manager di successo poi – è stato il commento del presidente della Fonazione, Mariano Berriola che ha poi continuato – i giovani sono i protagonisti del futuro di questo Paese e non può che essere un metodo che li faccia sentire protagonisti, il metodo vincente. Da un anno portiamo nelle scuole italiane la nostra convinzione: l’orientamento è un aspetto del percorso formativo al quale vanno dedicati più tempo, risorse ed energie. La nostra Fondazione continuerà a lavorare per questo”.

Il tour interesserà ancora il Lazio nei prossimi giorni. Domani il camper della Fondazione farà tappa a Latina, sarà poi la volta di Frosinone, Viterbo e Rieti.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

SCUOLA - Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso: sperano in 55.000

Next Article

La Ca' Foscari svende tre palazzi storici dell'Università

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".