Digital Mismatch, arriva il programma Digital Generation di Gi Group

Gi Group lancia le DigiTech Schools per creare nuove professionalità e aumentare l’employability dei giovani candidati sul mercato IT.

Circa il 60% della domanda di profili in ambito ICT e servizi informatici trova difficoltà nel reperire i lavoratori. Questo l’ultimo dato di Unioncamere – Excelsior. È infatti risaputo che il settore ICT sia in forte crescita e non ci aspettiamo un’inversione di tendenza.

In questo contesto, Gi Group, la prima multinazionale italiana del lavoro, in collaborazione con QiBit, la divisione specializzata in ambito ICT del Gruppo, lancia le DigiTech Schools con l’obiettivo di creare nuove professionalità e aumentare l’employability dei giovani candidati sul mercato IT.

I percorsi di orientamento e formazione di queste School verranno erogati gratuitamente da remoto in aule virtuali con massimo 10/15 partecipanti. Si rivolgono a una platea di candidati molto ampia: principalmente neodiplomati e neolaureati in materie umanistiche ed economiche. Durano tra le 4 e le 6 settimane, al termine delle quali i partecipanti verranno proposti alle aziende interessate a questi profili grazie alla collaborazione dei recruiter di QiBit.

Front-End e Back-End Developer, Help Desk, Sap, Java e Salesforce sono alcuni dei temi affrontati nei primi programmi lanciati. Per il biennio 2021-2022 Gi Group e QiBit si prevedono circa 45 corsi.

“Nel nostro Paese l’esigenza di profili digitali e tecnologici non trova in scuole ed università una risposta in linea con le esigenze delle imprese – commenta Fulvio Tizzano, National Sales Director di Gi Group – Allo stesso tempo, assistiamo a una forte accelerazione in tutti i comparti, privati e pubblici: remote working, e-business, e-commerce, didattica a distanza (DAD), pubblica amministrazione on line sono solo alcuni esempi. Per implementare e gestire questi modelli servono profili formati adeguatamente, al passo col cambiamento e nel breve periodo. Siamo di fronte a una svolta epocale che però richiede regole nuove, ispirate al valore della sostenibilità e al rispetto delle presenti e future generazioni. Per questo noi di Gi Group insieme a QiBit vogliamo dare il nostro contributo con le DigiTech Schools, che hanno proprio lo scopo di ridurre l’attuale distanza tra scuola, università e lavoro e quindi il digital mismatch”.

Per informazioni e per iscriversi ai corsi: https://www.gigroup.it/formazione/digitechschools/

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

IBM Volunteer Excellence Awards: premiati i dipendenti che hanno fatto volontariato con le scuole

Next Article

Indagine su sonno e stress: i nottambuli hanno vissuto con più difficoltà il lockdown

Related Posts