Dalla Fondazione Einaudi 11 borse di studio

La Fondazione “Luigi Einaudi”, che porta il nome del celebre economista tra i padri fondatori della Repubblica Italiana, opera da circa 40 anni nell’ambito degli studi economici storici e politici, e ogni anno mette a disposizione delle borse di studio riservate a laureati. Quest’anno i contributi previsti sono 11, vediamoli nel dettaglio.
La prima borsa offerta è in onore dell’Ingegnere Roberto Einaudi ed è dedicata a cittadini italiani nati dal 1977 in poi che, in possesso di laurea magistrale, intendano usufruire della borsa per ricerche su temi di interesse comune alla società italiana ed europea e a quella delle Americhe nell’ambito dell’economia internazionale. Questa borsa ammonta a 28 mila dollari ed è comprensiva delle spese di viaggio e delle tasse universitarie. Il secondo contributo, sempre della stessa cifra, è dedicato alla memoria dell’ingegnere Mario Einaudi ed è finalizzata allo svolgimento di una ricerca negli Stati Uniti nell’ambito delle scienze politiche ed economiche sempre in relazione ai due continenti.
Le restanti 9 borse sono rivolte a laureati che abbiano discusso le loro tesi entro il 13 giugno 2008 ed hanno un importo che varia da 2.000 a 20.000 euro. Il bando completo delle borse Einaudi è disponibile sul sito www.fondazioneeinaudi.it; il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 13 giugno 2008.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Siena premia i maturandi "originali"

Next Article

Unipol offre stage a neodottori in legge

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.