Dal ministero nuovi criteri per la condotta

Se la scuola chiama, il ministro risponde. Il bullismo continua a fare irruzione nelle aule? Viale Trastevere non resta a guardare e prepara un nuovo regolamento di coordinamento delle norme relative alla valutazione, previsto dall’articolo 3 della legge 169/2009.
In una nota il Ministero spiega che si tratta di un decreto con il quale saranno, tra l’altro, meglio ridefiniti i criteri della valutazione del comportamento.
“In pratica – prosegue la nota – sarà data maggiore libertà alle scuole di decidere in autonomia quando assegnare il 5 in condotta. In merito, il limite dei 15 giorni di sospensione per l’attribuzione dell’insufficienza, contenuto nel decreto sulla valutazione del comportamento emanato lo scorso 16 gennaio, potrebbe essere eliminato già a partire dagli scrutini del secondo quadrimestre. Con il regolamento allo studio dei tecnici del Ministero, infatti – continuano da viale Trastevere – le norme contenute nel decreto del 16 gennaio n. 5 saranno meglio qualificate, anche alla luce dei nuovi e gravi fatti di violenza a scuola che si stanno registrando in questi giorni”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Shoah, un master per non dimenticare

Next Article

"Anna Adamolo" rettrice per un giorno

Related Posts
Leggi di più

Film horror in una scuola media: studenti svenuti

È accaduto in una scuola di Cremona durante una supplenza. Proiettata la pellicola "Terrifier" vietata ai minori: gli alunni più sensibili hanno accusato malori e nausea. Lettera di protesta inviata al preside