Curiosity. Uffici sotto i ponti, la novità dalla Grande Mela

Ci sono giorni in cui proprio non si ha voglia di starsene chiusi in ufficio fra quattro mura e si preferirebbe andare al parco o al mare. La ricerca di spazi alternativi a quelli angusti di un box in cartongesso, anche per il lavoro, grazie a laptop e wi-fi, può portare a soluzioni davvero originali.

Ci sono giorni in cui proprio non si ha voglia di starsene chiusi in ufficio fra quattro mura e si preferirebbe andare al parco o al mare. La ricerca di spazi alternativi a quelli angusti di un box in cartongesso, anche per il lavoro, grazie a laptop e wi-fi, può portare a soluzioni davvero originali. A New York, grazie alla “Loosecubes“, una start-up specializzata nell’affitto di postazioni di lavoro, la tendenza del momento è questa: scrivanie “en plein air”, sotto i ponti della Grande Mela.

“Abbiamo creato in tutto il mondo una rete di uffici e spazi di lavoro condivisi davvero impressionante – spiega la co-fondatrice, Anna Thomas – qui a New York sono anche 150. Quello che facciamo è fornire ogni giorno ai nostri soci l’accesso a postazioni come queste”. “Penso che una delle cose più importanti – aggiunge questo cliente – sia la possibilità di incontrare altre persone e creare una rete di rapporti con persone con diversi interessi. E’ sempre importante poter comunicare con gente diversa”.In città ormai sono diverse le aziende si occupano di trovare spazi di lavoro originali, da affittare a lavoratori in cerca di evasione. Una di questa è la Flavorpill e Leah Taylor ne è il capo.

“C’è una grande varietà di persone che si rivolge a noi – spiega – così è possibile condividere idee, parlare di quello a cui stai lavorando. E’ una cosa che migliora la vitalità della nostra vita d’ufficio”. Aziende come queste contano anche 20mila soci e hanno visto aumentare di quasi il 100% in poco tempo il numero dei propri clienti, disposti anche a pagare pur di lavorare in un posto orginale e stimolante.

Fonte: TMNews

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Baia Music Village il 21 e 22 settembre

Next Article

Stage per montatori video a Roma

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.